Napoli-Inter, parla Spalletti: 'Se Sarri avesse continua a lavorare in banca...'
Napoli-Inter, parla Spalletti: ‘Se Sarri avesse continuato a lavorare in banca…’
Calcio

Napoli-Inter, parla Spalletti: ‘Se Sarri avesse continuato a lavorare in banca…’

Napoli-Inter
Tutto è pronto per il match Napoli-Inter di domani al "San Paolo" che vedrà impegnate al massimo le due squadre. Parole di stime di Spalletti per Sarri.

Tutto è pronto per il match Napoli-Inter di domani al "San Paolo" che vedrà impegnate al massimo le due squadre. Parole di stime di Spalletti per Sarri.

Tutto è pronto per l’attesissima partita Napoli-Inter di domani. I nerazzurri sono attesi allo Stadio San Paolo di Napoli, dove li attende il loro esame in azzurro. Il ct della squadra milanese, Luciano Spalletti, si dice pronto ad affrontare a viso duro la temibile squadra di Maurizio Sarri. Se passeranno indenni quella che si prospetta una bella tempesta, l’Inter potrà continuare senza macchia il suo viaggio.

Conoscere l’avversario

Dopo il derby, il suo Inter è a soli due punti di distacco dal Napoli. Le intenzioni di Spalletti sono chiare: scendere in campo e dare dura battaglia ai partenopei. Combattere fino a vincere. Non c’è altra scelta. Le parole del CT nerazzurro sono dettate non solo dalla volontà di vincere, ma anche dalla consapevolezza di chi siano gli avversarsi.

La conoscenza del nemico e la consapevolezza della sua forza è alla base della vittoria, secondo un’antica tradizione orientale. Spalletti è consapevole che il Napoli di Sarri è arrivato al punto in cui è, non è per fortuna: pezzo per pezzo i partenopei hanno costruito il loro percorso.

Non hanno lasciato nulla al caso.

Usano una tattica interessante: spingono sul campo l’avversario a fare quel che vogliono loro, lasciando credere agli avversari di avere il pieno controllo. Spingono ferocemente insomma. Il Ct dell’Inter è pienamente consapevole che limitare e bloccare le azioni dei partenopei sarà difficile e duro. La decisione è un fattore fondamentale per sfidare il Napoli: bisogna andare sul campo con la convinzione di poter vincere.

Una battaglia da combattere non solo sul campo, ma anche nella mente di ciascuno dei giocatori: la coesione e coordinazione della squadra possono fare molto contro gli avversari tenaci. Non esiste una sola mossa per vincere: bisognerà mantenere l’attenzione alta in tutte le fasi del gioco. Un solo errore potrebbe però far crollare tutto.

Napoli-Inter

Se si arriva a certi livelli vuol dire che si è bravi, e non di certo fortunati. Il Napoli è ormai da tre anni che fa calcio ad alti livelli, lavorando alacremente; l’Inter d’altro canto sta lavorando bene: Napoli-Inter sarà una prova del nove per far venire alla luce questi progressi.

Napoli-Inter si prospetta dunque come uno scontro titanico, dove sicuramente se ne vedranno delle belle.

Ormai non ci si può ritirare più. La partita deve essere giocata. Chi predica leggerezza stia a casa!

L’elogio di Spalletti

Spalletti ha poi elogiato il ct partenopeo Maurizio Sarri, dicendo che se avesse continuato a lavorare in banca, per la sua bravura e tenacia, sarebbe potuto diventare Ministro dell’Economia. Senza dubbio un graditissimo encomio, nel quale si riconosce la capacità e il talento del ct del Napoli. Un uomo che a detta di Spalletti, lo ha costretto a fare gli straordinari per gli allenamenti. Una sfida sentita dunque. Un avversario il Napoli, che se sconfitto, procurerà di certo molto onore all’Inter. Infatti il Napoli rappresenta a livello europeo tutto il calcio italiano. Il nerazzurro ha poi fatto appello alla sua fortuna. Tanto per non guastare.

Le parole di Luciano Spalletti, in previsione per la partita Napoli-Inter di domani, dimostrano la consapevolezza del proprio avversario e denota la voglia di vincere, sia sua che dell’intera squadra dei nerazzurri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche