Napoli-Juventus 1-1: ecco le pagelle. Bianconeri sulla difensiva contro l’assalto partenopeo COMMENTA  

Napoli-Juventus 1-1: ecco le pagelle. Bianconeri sulla difensiva contro l’assalto partenopeo COMMENTA  

Napoli-Juventus 1-1: ecco le pagelle. Bianconeri sulla difensiva contro l'assalto partenopeo
Napoli-Juventus 1-1: ecco le pagelle. Bianconeri sulla difensiva contro l'assalto partenopeo

La Juventus avanza al 7′ col bel gol di Khedira e zittisce i fischi del San Paolo. Il Napoli reagisce con Hamsik. Allegri è davanti alla Roma di 6 punti.


Si chiude con un politico 1-1, il match al San Paolo tra Napoli e Juventus. La Roma guadagna due punti sulle dirette concorrenti. Al gol di Khedira, nel primo tempo, ha risposto quello di Hamsik, nella ripresa. Il Napoli rallenta la Juventus ma per come ha giocato, avrebbe meritato qualcosa di più. La Vecchia Signora, dal canto suo, è stata costantemente sulla difensiva e ha calato il sipario sull’incontro con un solo tiro in porta. Ha resistito, certo, ma ha dato visibili segnali di sofferenza, soprattutto quando il Napoli partiva in velocità. Higuain è stato inevitabilmente contestato per tutti 90 minuti. I fischi hanno assordato i presenti con tutta la potenza della loro disapprovazione nei confronti del giocatore argentino. Un lupo solitario nel deserto: non gli giungono palloni e a marcarlo sono sempre almeno in due.


Ecco le pagelle di Napoli-Juventus 1-1.

NAPOLI

Rafael: 5,5 – Esordio stagionale in Campionato. Il tiro di Khedira è decisamente ravvicinato. Gioca molto con i piedi.


Hysaj: 6 – Presenza numero 100 in Serie A. Higuain lo supera senza difficoltà. A metà primo tempo, mette al centro una buona palla.

Albiol: 5 – Stordito da Khedira che gli passa come una freccia alle spalle. Lui segue Higuain ed è davanti a Rafael in occasione del gol. Errore fatale.

L'articolo prosegue subito dopo


Koulibaly: 6,5 – Deciso e propositivo. Accorcia sul versante sinistro.

Strinic: 5,5 – Timido inizio per lui. Cerca di farsi vedere ma è poco consistente (dal 79’, Ghoulam: s.v.).

Allan: 6,5 – Indemoniato. Gran bel lavoro al centrocampo. Corre su ogni pallone e dà man forte alla manovra offensiva (dal 70’, Zielinski: 6,5 – Ordinato e geometrico in mezzo al campo).

Jorginho: 6 – Sacrificato.

Hamsik: 7 – Non riesce a inquadrare la porta nel primo tempo e sbaglia un paio di volte. Solo nella ripresa, trova il varco giusto per superare Buffon. Rece a pile scariche (dal 75’, Rog: 6 – Conclusione dalla distanza: prova di coraggio).

Callejon: 6,5 – Si inserisce di continuo, mettendo in seria difficoltà la retroguardia avversaria. Il gol gli manca, ormai, dallo scorso 21 gennaio.

Insigne: 6,5 – Fa venire il mal di mare a Lichsteiner. Giunge diverse volte alla conclusione, ma gli difetta la precisione. Ottime le sue giocate sul finale del primo tempo. Ne spara ben quattro, ma non trova la porta. Nel secondo tempo, il suo destro fa il solletico al palo.

Mertens: 6,5 – Appoggia Hamsik, ma non riesce a tirare con forza. Sfiora la rete del 2-1.

All. Sarri: 6,5 – La fisionomia della squadra resta quella che tutti conosciamo. Il Napoli gioca la partita che deve e mette sotto la Juve per quasi tutta la gara. Peccato per l’approccio alla partita, peccato aver lasciato Ghoulam in panchina.

JUVENTUS

Buffon: 6 – Gara da record. Attento tra i pali e soprattutto sulle palle alte, che allontana con i pugni. Un vero e proprio lucchetto. Bella la parata su Merten.

Lichtsteiner: 5,5 – Insigne è il suo ostico avversario. Gli esterni del Napoli si rivelano per lui decisamente pericolosi.

Bonucci: 6 – Un muro, a capo della linea difensiva bianconera, non concede spazio per gli inserimenti agli attaccanti partenopei. Ma è fuori posizione in occasione del pareggio del Napoli.

Chiellini: 6 – Ci prova dalla distanza e fa buona guardia in difesa, infastidendo Koulibaly. Commette un grave errore, concedendo un’azione pericolosa al Napoli.

Asamoah: 5,5 – Argina i tagli di Callejon e tiene Hamsik piuttosto a bada. Mette però in difficoltà Buffon con un retropassaggio azzardato, rischiando il 2-1 dei partenopei.

Khedira: 7 – Azione straordinaria dopo soli 6 minuti di gioco. Si lavora una bella palla, chiede l’uno-due a Pjanic e batte Rafael a distanza ravvicinata. Padrone del centrocampo.

Marchisio: 6 – Il giocatore più fresco del centrocampo. Chiude abilmente i passaggi dei centrocampisti del Napoli e tampona le giocate in verticale per gli attaccanti (dal 79’, Dybala: s.v.).

Lemina: 6 – Prestazione di fisicità davanti alla difesa. Si allarga forse troppo in fase d’attacco. Ma la sua è una prestazione ammirevole per impegno. Peccato per quella bella occasione buttata all’aria sparando alto (dal 71’, Cuadrado: 6 – Entra in campo quando il Napoli pareggia. Non ce la fa a smembrare la difesa partenopea).

Pjanic: 6,5 – Alimenta Higuain e confeziona l’assist per Khedira (dal 86’, Rincon: s.v.).

Mandzukic: 5 – Un’infiammazione al ginocchio lo fa giocare con basso profilo. Fa quel che può sia in copertura che nei passaggi in verticale. Difficile chiedere di più a un giocatore che ha rischiato di non essere chiamato all’appello.

Higuain: 5,5 – Il giocatore più atteso e più fischiato del San Paolo. Si presenta da avversario, per la prima volta. Zittisce tutti superando Hysaj e buttando dentro l’area una palla al vetriolo. Ma non ha occasioni per mettersi in luce sotto porta.

All. Allegri: 6 – Rischia con Mandzukic e potenzia la mediana, affidandosi alle frizzanti energie di Marchisio e alla fisicità di Lemina. Il 4-2-3-1 diventa 4-4-1-1. Purtroppo la gestione della palla non è sempre perfetta anche se la rete di Khedira, nei primi minuti, solleva gli animi. Torna al 4-2-3-1 negli ultimi dieci minuti e butta inspiegabilmente nella mischia Dybala. La sua Juventus avrebbe potuto chiudere il Campionato ma ha preferito semplicemente non prenderle.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*