Napoli, Panchina d’oro per Sarri: “Finalmente davanti ad Allegri!”

Calcio

Napoli, Panchina d’oro per Sarri: “Finalmente davanti ad Allegri!”

Napoli, Panchina d'oro per Sarri: "Finalmente davanti ad Allegri!"
Napoli, Panchina d'oro per Sarri: "Finalmente davanti ad Allegri!"

Maurizio Sarri scelto come il miglior tecnico della stagione, davanti ad Allegri. 61 voti a favore del partenopeo contro i 22 del bianconero.

Sono solo tre voti di differenza. Ma tanto è bastato affinchè il tecnico del Napoli Maurizio Sarri si aggiudicasse la Panchina d’Oro 2017. Il premio viene assegnato, ogni anni, ai migliori allenatori della stagione passata, secondo il giudizio di tutti i colleghi chiamati a votare. Ed è stato proprio il presidente della Figc Carlo Tavecchio a consegnare il premio nelle mani di Sarri. 25 i voti totali ottenuti per il mister partenopeo, su un totale di 61. Ed è in questo modo che supera Massimiliano Allegri, fermo a quota 22. In terza posizione, Eusebio Di Francesco, del Sassuolo con 7 voti.

“Di solito considero il ritiro di un premio come una perdita di tempo. Tempo che viene tolto al mio lavoro – ha dichiarato Sarri – Ma questa volta sono davvero emozionato e soddisfatto, perché la giuria è formata dagli stessi allenatori. Ringrazio le società di Empoli e Napoli, nonché Marcello Carli e Cristiano Giuntoli, perchè senza di loro non sarei mai diventato ciò che sono ora. E poi, diciamocela tutta: per una volta, battere Massimiliano Allegri è davvero bello”.

La consegna del premio è anche occasione, per Sarri, di spendere due parole su Higuain, che domenica prossima fronteggerà il Napoli: “Non so che ambiente troverà. I tifosi azzurri sono molto generosi. Lui per noi ha fatto molto. Certo, c’è stato un momento in cui il pubblico si è sentito tradito. Ma, alla fine, ha prevalso l’affetto”. E riguardo la loro sfidante, la Juve? “Speriamo, per le prossime stagioni, in un loro logoramento. Indubbiamente, in questo momento, è la squadra più forte in Campionato. E non so se sarà più facile, per noi, vincere domenica o capovolgere il risultato in Coppa Italia“.

Per Sarri, si tratta della prima Panchina d’Oro, dopo aver conquistato, nella stagione 2013/2014, quella d’argento, portando l’Empoli in Serie A. Arrivato a Napoli, lo scorso anno, ha subito conquistato il titolo di Campione d’inverno, con ben 41 punti in 19 partite. E soprattutto, ha chiuso la prima stagione al secondo posto, dietro alla Juventus. 82 punti, 25 vittorie in Campionato e 106 di reti stagionali in tutte le competizioni.

Panchina speciale, invece, per Claudio Ranieri, protagonista di una straordinaria cavalcata alla guida del Leicester, con cui si è fatto valere in Premier League. Un’altra Panchina d’oro speciale, invece, è stata consegnata a Sergio Pirozzi, il primo cittadino di Amatrice con alle spalle una lunga carriera da allenatore e tecnico dell’ASD Trastevere in Serie D. La Panchina d’argento, per la Serie B, invece, è stata conquistata da Ivan Juric, con 25 voti su 61 totali. Juric ha condotto il Crotone alla sua prima storica promozione. In seconda posizione, Massimo Restelli del Cagliari, con 18 voti. In terza piazza, Massimo Oddo del Pescara, con 10 voti.

In Lega Pro, infine, Panchina d’oro per Leonardo Semplici, alla guida della Spal, con 43 voti su 99 totali. Semplici ha conquistato la promozione nella serie cadetta. Ad oggi, si trova in seconda posizione nel campionato di Serie B. Semplici batte Roberto De Zerbi (15 voti) del Foggia e Roberto Venturato (11 voti) del Cittadella.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...