Napoli, scattano i controlli sulle feci dei cani in strada

Animali

Napoli, scattano i controlli sulle feci dei cani in strada

cani

Risalire, attraverso il Dna contenuto nelle feci dei cani lasciate per strada, ai proprietari degli stessi, è facilissimo. Basta prelevare un campione di feci, che purtroppo a Napoli si trovano anche nelle vie centrali in cui si passeggia, esaminarle e risalire (se il cane è iscritto nell’anagrafe canina e quindi munito di microchip) al padrone che non ha provveduto a rimuovere gli escrementi dalla strada. Il progetto, per ora sperimentale, partirà solo in alcuni quartieri di Napoli, per poi estendersi in tutta la città.

L’obiettivo, oltre che di ripulire la città partenopea, è quello di creare una banca dati del Dna canino e di sensibilizzare i padroni dei cani ad effettuare l’iscrizione all’anagrafe canina regionale, di munirsi di appositi strumenti per togliere gli escrementi dalla strada e di sottoporre l’amico a quattro zampe al prelievo per la prevenzione della leishmania. I controlli in strada saranno effettuati dagli agenti di polizia municipale e da addetti ai servizi veterinari.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche