Napoli, segregata in casa dalla mamma da otto anni COMMENTA  

Napoli, segregata in casa dalla mamma da otto anni COMMENTA  

f47b6a8093a3fb783c08effe81a7335d

Una giovane donna con gravi disabilità mentali era tenuta prigioniera dall’anziana mamma in un appartamento in via Caldieri, nel quartiere napoletano del Vomero. Da circa otto anni la donna era rinchiusa in questo appartamento tra rifiuti e cumuli di spazzatura, in condizioni igieniche deprecabili. Quando gli agenti di polizia sono entrati nella casa insieme ai vigili del fuoco hanno trovato la povera donna rannicchiata dietro un divano e seminuda, che cercava di scaldarsi utilizzando un phon per capelli. Già sul pianerottolo si percepiva un cattivo odore.


Secondo alcune segnalazioni, la disabile era imbottita di psicofarmaci e medicinali da sua madre, ex professoressa, che l’aveva rinchiusa in questa casa dopo essere rimasta vedova.

I poliziotti hanno accertato che la signora si recava nell’appartamento per una o due volte alla settimana, lasciando le buste della spesa e andando subito via.

La donna è stata arrestata, mentre altre persone risultano indagate per il reato di favoreggiamento.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*