Napolitano contro i ministeri al Nord: in una lettera al governo le motivazioni

Catania

Napolitano contro i ministeri al Nord: in una lettera al governo le motivazioni

ROMA – Anche il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, dice stop allo spostamento dei ministeri da Roma Capitale al Nord Italia. “Una apertura che confligge con la Carta costituzionale – ha scritto il presidente in una lettera inviata al governo – e il Quirinale che è garante dell’Unità” deve intervenire. Oltretutto Napolitano sottolinea che l’inaugurazione è stata fatta “senza nemmeno che vi fosse un decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale”, dunque senza che esista una legge operante. E aggiunge: “Non è pensabile una capitale diffusa, c’è Roma”.

Reazione Bossi. “Napolitano non si preoccupi, le sedi restano lì”. Dunque, rimane solo un polverone inutile, l’ipotetico trasloco dei ministeri presso la Villa Reale di Monza (con tanto di mobili catanesi) ed un occasione mancata, l’ennesima, per la Lega Nord, di tacere.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*