Narcos: 5 cose che pochissimi conoscono COMMENTA  

Narcos: 5 cose che pochissimi conoscono COMMENTA  

Narcos è un noto film di Netflix, che distribuisce su Internet film, serie tv o comunque intrattenimenti. La storia è quella della vita del famoso narcotrafficante Pablo Escobar, ucciso dalla polizia il 2 dicembre 1993; è stato il più ricco criminale mai esistito –  con un patrimonio di oltre 30 miliardi di dollari nei primi anni Novanta -, soprattutto proprio nell’ambito del traffico di droga in Colombia – era soprannominato “il Re della cocaina”. Narcos sarà una serie tv, dato che ne sono state confermate altre 2 stagioni.


Ciò che pochissimi sanno è, per 1° cosa che l’attore che lo ha impersonato, Wagner Moura, si è trasferito nel Paese natale di Escobar solo 6 mesi prima e ha dovuto aumentare 20 kg. C’è voluta una falsa pancia: Escobar infatti era grasso e perennemente affamato, per il continuo fumo di erba.


La 2° cosa è che il narcotrafficante era un fotografo compulsivo e i molti “documenti” da lui lasciati, sono serviti per il film.
In 3° luogo leggenda narra che egli nascondesse le sue immense ricchezze nei posti più insoliti e ne perdeva anche molte, ma per lui erano fatti di poco conto.


4°: il figlio ha cambiato nome – Sebastiàn Marroquìn – e ha criticato duramente la serie, che conterrebbe ben 28 errori.

5°: Pablo Escobar iniziò la sua “carriera” rubando lapidi, cancellandone le scritte e rivendendole alle agenzie di pompe funebri.

L'articolo prosegue subito dopo

Introdusse droga negli USA con “ingegnosi” metodi come immergere jeans in cocaina liquida.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*