Luna Nova inaugura NarteAinMusica

Cultura

Luna Nova inaugura NarteAinMusica

Napoli – Sabato 4 marzo, ore 20.00, parte il primo appuntamento con NarteAinMusica, nuovo format di NarteA, che coniuga la visita ai luoghi d’arte con la grande musica napoletana, per raccontare in note la storia della città. Il primo appuntamento, presso la Chiesa inferiore dei Santi Severino e Sossio, è intitolato Luna Nova ed è realizzato in collaborazione con l’Associazione Respiriamo Arte. Per il concerto è prevista una formazione musicale composta da Daniele La Torre (plettri), Serena Pisa (voce), Marianita Carfora (voce) e Marco D’Acunzo (chitarra). Per partecipare è necessaria la prenotazione ai numeri 339 7020849 o 333 3152415. Costo del biglietto, 12 euro.

La storia di una città passa anche attraverso i suoni e le musiche che si rincorrono tra le sue strade e che abitano i suoi vicoli e palazzi: non si può dire di conoscere a pieno un luogo, se non si è in grado di fischiettarne canzoni e motivi da essa ispirati. È con questo scopo che NarteA propone un percorso musicale, che accompagnerà gli ospiti dentro la storia della canzone partenopea, con un vero e proprio viaggio a ritroso nel tempo, alla ricerca di quelle note e quelle voci che hanno fatto la storia della musica napoletana sin dagli albori. Il concerto, grazie alla fusione di melodie di plettri, voci e controcanti, farà vibrare nell’animo dei partecipanti quelle stesse sensazioni e passioni che hanno dato vita a capolavori intramontabili della storia musicale colta e popolare della città.

Il concerto si svolgerà nella chiesa sita a Largo San Marcellino (in via Bartolomeo Capasso, 22). La Chiesa dei Santi Severino e Sossio è uno dei più grandi complessi monumentali di Napoli, all’interno del quale hanno lavorato importanti autori del Rinascimento. L’Associazione Respiriamo Arte accoglierà gli ospiti di NarteAinMusica, nella chiesa inferiore, voluta, come quella superiore, dall’architetto Giovanni Donadio, detto Mormando, per condurli alla scoperta di quello che fu uno dei complessi monastici più ricchi e potenti di Napoli e fare chiarezza sulla presenza, in un unico complesso monumentale, di ben due chiese. La chiesa inferiore farà da cornice ad un evento che ripercorrerà in musica i luoghi, i sogni, l’arte e l’amore di una città donna, sirena, incanto. Nell’occasione del primo appuntamento di NarteAinMusica, sarà presentato anche il progetto “Chi ha orecchio intenda”, ideato per raccogliere fondi a favore delle ristrutturazione della chiesetta di Santa Luciella, sita nel cuore del centro storico di Napoli e custode del “teschio con le orecchie”. Parte del ricavato del concerto andrà a sostenere questa iniziativa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...