Nasa scopre 219 nuovi pianeti, 10 dei quali sarebbero abitati come la Terra

Cultura

Nasa scopre 219 nuovi pianeti, 10 dei quali sarebbero abitati come la Terra

pianeti

Tra gli oltre 200 potenziali nuovi pianeti fuori dal nostro sistema solare ce ne sono 10 con dimensioni simili a quelle della Terra, in una zona abitabile

La Nasa ha dato l’annuncio di aver scoperto 219 nuovi possibili pianeti esterni al sistema solare. Dieci di questi, a quanto pare, sarebbero grandi quanto la Terra. Sarebbero inoltre collocati nella fascia abitabile. Ovvero alla giusta distanza dalla propria stella, in modo da avere acqua liquida in superficie. Con i nuovi dati raccolti dal telescopio spaziale Kepler, il numero di eventuali “mondi alieni” sale a oltre quattromila, di cui 2335 sono stati verificati come pianeti, mentre oltre trenta avrebbero le stesse dimensioni della Terra.

Tale catalogo, frutto di misure molto accurate, è la base di partenza per rispondere a una delle domande più interessanti dell’astronomia. Quanti sarebbero i pianeti simili alla Terra nella nostra galassia? La spiegazione arriva da Susan Thompson, coordinatrice del catalogo presso il Seti Institute di Mountain View, in California. Grazie ai dati raccolti da telescopio Kepler, un secondo team di ricerca è riuscito anche a misurare con una certa precisione migliaia di pianeti.

E ne ha rivelato due tipologie principali tra quelli più piccoli: quelli rocciosi grandi quanto la Terra e quelli gassosi, più piccoli di Nettuno.

“Ci piace pensare a questo studio di classificazione dei pianeti come a quello con cui i biologi identificano nuove specie animali”, ha detto Benjamin Fulton, coordinatore dell’Università delle Hawaii a Manoa. “Trovare due gruppi distinti di esopianeti equivale a scoprire che mammiferi e lucertole formano due rami distinti dell’albero evolutivo“. La scoperta di queste due tipologie è molto importante per la ricerca di vita. Essa, infatti, indica che circa la metà dei pianeti conosciuti nella galassia non hanno superficie. Oppure che la nascondono dietro una atmosfera spessa e schiacciante. Essi dunque offrono un ambiente poco ospitale per la vita umana.

Oltre 200 pianeti nuovi, forse abitabili come la Terra

Per decenni gli astronomi si sono domandati se nella Via Lattea ci fosse un numero consistente di pianeti. Oppure se il nostro sistema solare fosse una eccezione nell’intero universo.

Grazie a Kepler è oggi possibile affermare che la nostra galassia è ricca di pianeti. Che posseggono caratteristiche e dimensioni che variano molto a seconda della loro distanza dalle stelle intorno alle quali si trovano a orbitare.

Con le attuali tecnologie è comunque ancora impossibile raggiungere quei pianeti. Ma la loro scoperta è importante per comprendere come è fatto lo spazio profondo che abbiamo intorno. Ma anche per studiare meglio quali furono le modalità che portarono alla formazione della Terra. Kepler è entrato da qualche anno in una nuova missione, K2. Purtroppo però il telescopio è danneggiato e non può più svolgere appieno le sue attività. La missione proseguirà fino al 2018, quando Kepler finirà il combustibile e non potrà più essere utilizzato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche