Nasce il nuovo Chelsea di Mourinho, che sogna Cavani e pensa a DeRossi COMMENTA  

Nasce il nuovo Chelsea di Mourinho, che sogna Cavani e pensa a DeRossi COMMENTA  

Dopo aver ufficializzato il suo ritorno al Chelsea, Josè Mourinho inizia a gettar le basi della sua nuova squadra, con cui proverà a vincere la Champions League, unico trofeo mancato durante il suo primo regno con i blues.


Josè Mourinho torna casa; dopo tre anni di Real Madrid, lo special one si riprende il suo Chelsea, pronto per ricostruirlo alla sua maniera.
A pochi giorni dall’ufficializzazione del suo ritorno ai blues, il portoghese non vuol perder tempo. Già scattati i primi contatti col patron Roman Abramovic per valutare quali sono i tasselli mancanti nel puzzle del Chelsea e quali quelli da rimuovere.

Mourinho non ha chiesto rivoluzioni, l’attuale rosa dei blues non manca ne di talento ne tanto meno di giocatori sui quali costruire un progetto; gente come Mata, Oscar, Hazard in pochi possono vantarla in tutta Europa, il neo tecnico dei londinesi pretende pochi innesti ma capaci di far fare il definitivo salto di qualità ai vincitori dell’ultima Europa League.

Il nome in cima alla lista dell’ex allenatore di Real Madrid ed Inter è Edison Cavani. Il “Matador” ha chiuso il suo ciclo a Napoli, dopo tre stagioni e valanghe di gol, l’uruguaiano vuole approdare in un top club europeo. Jose Mourinho sta spingendo con Abramovic per averlo, con Falcao accasatosi al Monaco resta Cavani l’unico attaccante da 40 gol a stagione ancora sul mercato, ma trattare con DeLaurentis non è certo la cosa più facile del mondo. Il presidente partenopeo chiede per l’attaccante il pagamento dell’intera clausura rescissoria, ovvero 63 milioni di Euro, una cifra mostruosa, specie se da pagare in un unica rata; il club inglese per il momento è arrivato ad offrire 55 milioni, dilazionati in 3 anni, dopo una prima proposta da 30 milioni più il cartellino di Fernando Torres, proposta rifiutata dal Napoli, le trattative proseguono ed a breve sono attese novità sul fronte Cavani.

L'articolo prosegue subito dopo

Oltre al mercato in entrata Mourinho sta valutando anche quello in uscita, proprio la posizione di Torres sembra quella più in bilico; dopo una stagione in crescendo, conclusasi con il gol in finale di Europa League, il bomber spagnolo non da abbastanza garanzie al portoghese, che appunto gli preferirebbe Cavani; non semplice però sarà trovare una sistemazione all’ ex Liverpool; rifiutato dal Napoli come possibile contropartita per l’uruguaiano, per Torres non restano molte soluzioni, visto anche l’ingaggio da oltre 6 milioni all’anno; proprio negli ultimi giorni è venuta a caderne un altra di possibilità per lui, quella di tornare all’Atletico Madrid per prendere il posto di Falcao, con la squadra di Simeone vicina all’ingaggio di Negredo dal Siviglia.
Da escludere uno schieramento con due prime punte per Mourinho, con l’abbondante numero di trequartisti e mezze punte, sembra scontato lo schieramento con tre giocatori dietro un centravanti, batteria di mezze punte che sarà arricchita a breve dal tedesco Schurrle (certo) e dal brasiliano Hulk (trattativa avviata con lo Zenit).
Pochi cambiamenti, in fine, verranno effettuati nella retroguardia blues, unico giocatore in bilico David Luiz, su cui Mou si riserva di far valutazioni solo dopo il ritiro estivo. Al difensore non mancano di certo offerte, Barcelona su tutte, offerte che il Chelsea prenderà in considerazione solo dopo aver trovato un sostituto di pari livello; un alternativa al brasiliano potrebbe essere Daniele DeRossi; il vice capitano giallorosso è da sempre un pallino di Mourinho che provò a prenderlo sia ai tempi dell’Inter che un anno fa con il Real, ora i tempi per un addio alla Roma sembrano maturi, per il centrocampista azzurro, che oltre a squadra e campionato, nel caso, cambierebbe anche ruolo.
Sia DeRossi che D.Luiz, saranno impegnati nella Confederations Cup, quindi ogni decisione in questo senso sarà presa solo nel post torneo; competizione che vedrà impegnato anche Cavani, il suo destino verosimilmente sarà invece chiarito in breve tempo.
Vincenzo Margiotta

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*