Quartieri Spagnoli: scoperto nascondiglio per armi e droga

Quartieri Spagnoli: scoperto nascondiglio per armi e droga

Napoli

Quartieri Spagnoli: scoperto nascondiglio per armi e droga

nascondiglio

La Polizia di Stato, mentre effettuava normali controlli a Napoli, ha trovato nei Quartieri Spagnoli un nascondiglio dove c'erano armi e droga.

Giro di controllo

Ci troviamo a Napoli, precisamente ai Quartieri Spagnoli. La Polizia di Stato deve fare dei controlli periodici per verificare se tutto è in ordine o se ci sono delle irregolarità. Così gli agenti della polizia, in particolare quelli dell‘Ufficio Prevenzione Generale, hanno iniziato il giro di tutta Napoli. Ma è ai Quartieri Spagnoli che hanno trovato una sorpresa molto particolare. Si sono imbattuti in un locale abbandonato: si trova al piano terra dei Gradini di San Nicardo, al Quartiere Stella. Visto lo stato di abbandono del locale hanno iniziato a dargli più di un’occhiata. Quando, poi, hanno trovato l’ingresso già aperto hanno deciso che era il caso di controllare ancora meglio. Il posto si è rivelato essere un nascondiglio per armi e droga.

Pistola e marijuana

Quando la polizia è entrata nel nascondiglio – così lo chiameremo d’ora in avanti – hanno trovato tutto in stato di abbandono. Entrati in quello che una volta doveva essere un bagno hanno scoperto che forse il locale non era davvero sempre inabitato.

Avvolta in uno straccio hanno trovato una pistola: una rivoltella Smith & Wesson 357 magnum con matricola punzonata. Per non lasciarla vuota e inutile c’erano anche cinque cartucce per la pistola. A fare compagnia alla pistola nel locale abbandonato c’era anche un sacchetto di plastica con della marijuana: tutte piccole dosi già preparate per la vendita e l’utilizzo. Il peso totale della bustina di plastica con la marijuana è di circa 80 grammi. Sembrerà un ritrovamento misero, ma il nascondiglio è stato solo scoperto al momento: indagando più a fondo potrebbero venire alla luce altre armi e altre riserve di droga. Per questo motivo la polizia occupa ancora il locale, in cerca di altri elementi importanti.

Indagini

Al di là della ricerca di altre armi e di altra droga contenute nel nascondiglio abbandonato, la ricerca più importante che sta compiendo la polizia è quella che riguarda il nome del padrone del locale.

Come si sa bene in queste faccende, però, non è detto che il padrone del locale corrisponda col padrone delle armi e della droga. Il nascondiglio potrebbe essere intestato a un prestanome e poi essere utilizzato da piccoli rametti della più grande quercia della criminalità organizzata. Purtroppo Napoli è tristemente nota proprio per la camorra che la infetta da fin troppo tempo. Molti credono che là dove c’è camorra, c’è mafia, c’è anche la rinuncia automatica a trovare il colpevole di molti crimini. In realtà la lotta alla criminalità organizzata è diventata la priorità di Napoli e delle altre città dove si fanno sentire in maniera pressante gli attacchi della mafia e della camorra. La Polizia di Stato, perciò, continuerà le sue indagini e si spera possa arrivare presto a conoscere abbastanza informazioni da poter risalire al proprietario del nascondiglio e alla provenienza della pistola e della droga.

(Altre notizie dall’ambito partenopeo: “Tunisino senzatetto aggredisce cinque giovani a colpi di bottiglia“)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*