Natale, l’imperativo?La sicurezza

Economia

Natale, l’imperativo?La sicurezza

Natale tempo di vacanze, di grasse mangiate e ovviamente di regali.
Ma bisogna stare molto attenti a quello che si mette sotto l’albero.
Già perchè è di pochi giorni fa la notizia che la Guardia di Finanza ha sequestrato oltre 8.300 giocattoli di provenienza cinese, considerati irregolari e quindi pericolosi per l’incolumità dei bambini. Ancor più grandi le dimensioni del sequestro a Bologna, dove tre cinesi ed un italiano sono stati arrestati per aver messo in cirolazione circa 32.790 giocattoli privi del marchio CE o dotati di un marchio contraffatto o irregolare.
A tal proposito, infatti, le norme italiane ed europee sono molto chiare e prevedono che tutti i prodotti, provenienti da paesi esterni all’Unione, debbono obbligatoriamente riportare il marchio CE ed essere accompagnati da istruzioni nella lingua del paese in cui vengono commercializzati.
Tutte le merci prive di questa certificazione vengono considerati non idonei a garantire la qualità delle materie prime, anche nel caso in cui risultino innacui.
L’imputazione, per tutti coloro che contravvengono a queste norme, è di frode in commercio e di violazione alla normativa sulla sicurezza dei prodotti.
Insomma, quando scegliete il regalo per i vostri figli tenete gli occhi ben aperti e controllate che tutto ciò che acquistate sia accompagnato dal marchio CE, da non confondere con quello, molto simile, di “China Export”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche