Naufragio, Renzi: “Interventi mirati sugli scafisti”

News

Naufragio, Renzi: “Interventi mirati sugli scafisti”

Naufragio, Renzi: “Interventi mirati sugli scafisti” novità

Il premier Matteo Renzi, durante un’intervista radiofonica a RTL ha proposto interventi mirati sugli scafisti: “In questa vicenda non può esserci solo l’Italia. Serve un Consiglio ad hoc sulla Libia. Bisogna risolvere alla radice il problema della Libia. Contro gli scafisti è possibile un’operazione condivisa in Europa, ma mirata. Ci sono tutte le condizioni per farlo”.

Per il momento il premier ha escluso completamente che possa trattarsi di un intervento di terra in Libia, oltre ad aver lasciato da parte il discorso del blocco navale. Renzi, all’UE parla di un’operazione mirata: “Contro gli scafisti è possibile un’operazione condivisa in Europa, ma mirata. Ci sono tutte le condizioni per farlo. Interventi mirati sugli scafisti, persone che vanno affidate alla giustizia. L’Italia ne ha arrestati 976, possibile lo facciamo solo noi?”. Oltre ciò, Matteo Renzi ha escluso anche la possibilità che possa trattarsi di uno schieramento di uomini a terra, e afferma: “Abbiamo visto quanti danni sono stati fatti in passato sull’onda dell’emozione.

Si parla in questi casi di peacekeeping ma in Libia non c’è la pace”.

Spiega anche che in questa vicenda c’è tranquillità, in quanto non è possibile commettere errori. Dunque: “Non è possibile militarizzare il mare, ma è necessario intervenire per evitare che il mare diventi un cimitero e per questo motivo occorre risolvere il problema dalla radice”. Ciò vuol dire che è opportuno muoversi per risolvere la questione libica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche