Nave del 1925 riappare nel triangolo delle Bermuda: è un falso? COMMENTA  

Nave del 1925 riappare nel triangolo delle Bermuda: è un falso? COMMENTA  

Sembra quasi impossibile che una nave così vecchia possa ancora essere intera.

Una nave fantasma scomparsa novant’anni fa che riappare all’improvviso sulle coste cubane, ancora intatta. Storia vera o montaggio da film?

È il 1925 e siamo a Charleston, in South Carolina. Siamo ormai a fine novembre, il clima comincia a farsi inclemente, ma la compagnia Clinchfield ha un urgente carico di carbone da far partire il prima possibile. Il capitano W. J. Meyer è preoccupato, ma non scoraggiato; il suo piroscafo, la SS Cotopaxi – chiamata in onore del grande vulcano delle Ande – è una barca solida e pronta ad affrontare la traversata. Il 29 novembre gli uomini prendono il mare. Direzione: l’Avana, Cuba, tagliando attraverso il Triangolo delle Bermuda.

Leggi anche: Cinema all’aperto abbandonato nel deserto del Sinai


Non ci arriveranno mai.

Cotopaxi

Ogni contatto con la nave sarà perso il primo dicembre, dopo una segnalazione del capitano che diceva che stavano affrontando del maltempo e iniziavano a imbarcare acqua. La nave abbandonata è rimasto uno dei simboli del mistero del Triangolo, fino ad oggi: le autorità cubane si sono imbattute nel relitto ancora galleggiante della Cotopaxi.

Leggi anche: Il campanile che spunta dal lago: si trova in Val Venosta


Novant'anni di ruggine e mare.

La nave era arrugginita, ma ancora galleggiante, e completamente svuotata del suo equipaggio. Non c’era un’anima o un segno di vita a bordo, e subito si è iniziato a parlare delle forze misteriose all’interno del triangolo. Fatti come il ritrovamento del diario di bordo, ancora miracolosamente intatto, hanno fatto pensare alla possibilità di poter studiare per la prima volta gli eventi soprannaturali che succedono in questo luogo misterioso.


Insomma, una notizia da non crederci.

E infatti non ci abbiamo creduto. Ehi, forse le cose non funzionano così dappertutto, ma qui in redazione ci teniamo a essere seri. Quando ci arriva una notizia, la prima cosa che facciamo è verificare se sia vera; in questo caso il lavoro è stato difficile, visto quanti altri siti ne avevano parlato, ma dopo un po’ di ricerche siamo riusciti a scoprire la verità.

L'articolo prosegue subito dopo


Cotopaxi

 

La storia nasce sul sito World News Daily Report, un “giornale basato a Tel Aviv dedicato a scoprire i misteri archeologici della bibbia in giro per il mondo” (secondo le loro FAQ). Il sito è dichiaratamente satira, ma impostato in modo da sembrare una fonte di notizie vera come le altre. La storia è diventata immediatamente virale, venendo condivisa più di 260.000 volte su Facebook e rilanciata anche da giornali seri, nonostante fonti come Snopes l’abbiano immediatamente smontata.

Intendiamoci: è esistita veramente una nave cubana chiamata Cotopaxi, salpata nel 1925 e scomparsa in circostanze misteriose. Ma non è mai stata ritrovata. La nave è andata perduta in una tempesta, ed era una delle più famose vittime del Triangolo delle Bermuda, tanto conosciuta da essere chiamata in causa anche nel film di Spielberg Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo. Forse un giorno riaffiorerà su qualche spiaggia, ma ha già una famosa leggenda alle spalle, e non c’è bisogno di inventarsi storie per abbellirla. State attenti a cosa leggete su internet.

1 / 4
1 / 4
  • Una foto storica della nave, dagli archivi della compagnia.
  • Mappa della zona di viaggio. La nave avrebbe dovuto scendere a sud seguendo la penisola della Florida, proprio attraverso l'angolo sinistro del Triangolo, disegnato.
  • Sembra quasi impossibile che una nave così vecchia possa ancora essere intera.
  • Il Campidoglio dell'Avana, a cui non sono arrivate notizie della nave da 90 anni.

Leggi anche

nicaragua-capitale-dello-stato
Viaggi

Nicaragua: capitale dello stato

La capitale del Nicaragua, nonché il suo cuore pulsante, economico e turistico è Managua. Dopo la ricostruzione a seguito del devastante sisma del 1972 conta oggi poco meno di un milione di abitanti. Fondata circa 6000 anni fa, per anni fu centro prevalentemente votato al commercio ittico. Diviene capitale del Nicaragua solo nel 1855 come soluzione alla infinita guerra civile per la supremazia tra le due altre città principali del paese, Leòn e Granada. Come detto, Managua sorge su una faglia sismica attivissima. La città fu totalmente distrutta una prima volta nei primissimi anni del ‘900. Notevoli anche i terremoti Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*