Nba, i Clippers distruggono anche i Thunder

Basket

Nba, i Clippers distruggono anche i Thunder

L’immagine di copertina di questo articolo è emblematica della partita di stanotte: fisica e piena di atletismo come previsto, in quanto costellata da saltatori esplosivi e passatori sopraffini; emblematica anche perchè a prevalere è stata la forza e la capacità distruttiva dei Clippers padroni di casa, che sono passati come un rullo compressore sopra agli Oklahoma City Thunder, primi nella Nba, di Kevin Durant e Russell Westbrook.

Come potete vedere negli highlights al seguente link http://www.nba.com/video/games/clippers/2012/01/30/0021100307_okc_lac_recap.nba/ , l’incontro inizia su ritmi veloci ed altezze siderali: DeAndre Jordan inizia a far sentire il fisico con stoppate, rimbalzi e schiacciate sopra la testa degli avversari; Durant dall’altra parte non vuole essere da meno e comincia ad attaccare il canestro con violenza, mentre il primo quarto finisce con punteggi alti da entrambe le parti, anche se nettamente a favore dei Clippers sul 36-25.

Il secondo quarto continua sugli stessi ritmi ed anche i play cominciano ad attaccare in modo convinto: Chris Paul continuando a fornire assists, saranno addirittura 14 a fine serata, e penetrando, Westbrook entrando e schiacciando; i padroni di casa dilagano a fine periodo con una serie di triple, che li porta sul 64-46.

Ad inizio terzo quarto, Blake Griffin non vuole passare inosservato e sfodera una schiacciata spaventosa, sovrastando letteralmente Kendrick Perkins: parte con il terzo tempo, salta e rimane in volo, sfruttando l’urto con l’avversario per schiacciare in modo violentissimo; il gesto atletico è talmente pazzesco da provocare una reazione in LeBron James, che scrive immediatamente su Twitter: “Schiacciata dell’anno!!! Blake Griffin ha appena schiacciato su Kendrick Perkins così violentemente!!! Penso di essere al secondo posto adesso!!!”.

Dopo tale gesto devastante la partita è virtualmente e psicologicamente conclusa, terminando poi sul 112-100 per i padroni di casa; i 36 punti e 13 rimbalzi di Durant e i 31 di Westbrook non sono sufficienti ad arginare la forza, la velocità e la tecnica degli avversari, guidati da CP3 con 26 e 14 assists e Griffin e Butler con 22 punti a testa.

I Clippers sono così sempre al terzo posto della Western Conference, ma hanno battuto nel giro di due giorni le due rispettive avversarie al primo, Thunder, e al secondo, Denver Nuggets, mandando a tutti un chiaro messaggio: loro ci sono e fanno sul serio!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...