Nba, Paul non andrà a Los Angeles

Basket

Nba, Paul non andrà a Los Angeles

Sembrava fatta per la supertrade che avrebbe portato Chris Paul (foto) ai Los Angeles Lakers, ma all’ultimo momento qualcosa è andato “storto”: i New Orleans Hornets hanno comunicato che non avrebbero potuto fare a meno della loro stella e hanno fatto decadere l’accordo.

Lo scambio avrebbe dovuto coinvolgere tre squadre e molti giocatori: i Lakers avrebbero ceduto agli Houston Rockets Pau Gasol e Lamar Odom, i texani avrebbero invece passato agli Hornets Luis Scola, Kevin Martin, Goran Dragic e la loro prossima prima scelta e New Orleans avrebbe fatto arrivare l’agognato Chris Paul agli angelini.

Quando tutto sembrava fatto, cosa è successo? David Stern, commissioner Nba, si è opposto alla cessione, fomentato da alcuni presidenti di altre squadre della Lega, in qualità di Presidente degli Hornets: sì, avete letto bene, in quanto la Nba ha rilevato la compagine della Louisiana due anni fa e dunque il suo capo è anche il responsabile di un team che di essa fa parte.

David Stern ha dunque bloccato la trade per mantenere il talento Chris Paul in un piccolo mercato come quello di New Orleans e non lasciarlo approdare in un megamercato come Los Angeles, impedendo così anche un ulteriore rafforzamento dei Lakers, che già dominano la Lega da anni.

Vedremo comunque se ci saranno ulteriori sviluppi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche