Necropoli degli Etruschi

Guide

Necropoli degli Etruschi

Uno dei popoli antichi del Mediterraneo che va ricordato per gli altissimi livelli di civiltà raggiunti è sicuramente quello etrusco. Gli Etruschi si insediarono soprattutto nel Lazio e nella bassa Toscana prima ancora che sorgesse Roma. Il popolo etrusco aveva un forte senso di devozione per i defunti, come appunto è testimoniato dai siti funerari rinvenuti in alcune zone d’Italia, come Tarquinia e Cerveteri. Queste due imponenti necropoli etrusche costituiscono un esempio di civiltà urbana dell’Italia prima dell’avvento di Roma: nelle tombe ci sono numerosi affreschi che rappresentano scene della vita quotidiana del tempo, utili appunto a ricostruire le abitudini di questo popolo scomparso, di cui però restano tracce importanti nel nostro Paese. Le necropoli etrusche sono scavate nella roccia, ed erano costruite con tufo, pietra o nenfro, a forma di tumulo.

Una curiosità: mentre i Romani che vennero dopo erano soliti costruire le tombe in luoghi visibili e accessibili, gli Etruschi, come in genere si riscontra nei popoli più antichi, posizionavano le necropoli in zone più nascoste.

Mentre all’esterno le tombe etrusche sono per lo più simili, l’interno non è mai uguale poiché dipende dalle possibilità economiche del proprietario e dai suoi gusti estetici. Le decorazioni che appaiono all’interno delle tombe tendono a riprodurre quelle che si trovano nelle case.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*