Negoziati Usa. All’Avana si apre il terzo round COMMENTA  

Negoziati Usa. All’Avana si apre il terzo round COMMENTA  

Negoziati Usa. All'Avana si apre il terzo round

Embargo: trattative ancora lunghe. Cosa succede tra Usa e Avana?

La fase di disgelo tra Usa e Avana è iniziata già da un po’ di tempo e il 14 luglio – giorno in cui il mondo ricorda la presa della Bastiglia a Parigi nel 1789 – il ministro degli esteri cubani comunica l’avvio del terzo round.
La situazione tra i due paesi è ancora molto critica e i negoziati per la modifica dei vincoli economici sono ancora in atto.

Proprio all’avvio del terzo round, Raul Castro cambia i suoi “giocatori”. I ministri che si stanno occupando della questione sono uomini fidati di Castro, ma c’è sempre spazio per una sostituzione. Marino Murillo è stato sostituito da Ricardo Cabrisas, Rodolfo Alarcon da José Saborido, Julian Gonzalez Toledo ha dato nuovamente il posto ad Abel Prieto.


Nonostante i cambi di strategia, i tavoli tecnici, gli incontri all’Avana  (12-14 luglio), ancora nessun accordo in vista. Ciò che Cuba pretende è l’annullamento del blocco economico, finanziario e commerciale che gli Stati Uniti avevano imposto dopo la rivoluzione cubana del ’50 e la restituzione di Guantanamo. Certo è che, riaprire con gli Usa ha già avuto dei vantaggi per Cuba , in primis lo svincolo del debito con Russia, Messico e Italia.

Dall’altra parte, invece, Obama vuole certezze, difficili da ottenere da uno stato per per più di 50 anni è stato – di fatto – una dittatura.
Da entrambe le parte c’è tensione, vantaggi e svantaggi sono quasi pari sulla bilancia politica e ogni decisione va presa con la massima attenzione per evitare ripercussioni nel futuro.

L'articolo prosegue subito dopo

L’embargo sarà sciolto prima della fine dell’estate? Per ora nessuna nuova notizia.

Leggi anche

About Enrica Marrelli 457 Articoli
Laureata in Teoria della Comunicazione e Comunicazione Pubblica presso l'Università della Calabria. Amo la lettura ma mi appassiona anche il grande e il piccolo schermo.
Contact: Facebook

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*