Nel 2014 il progetto “Market zone” ritorna a Cuneo con un’esposizione

Attualità

Nel 2014 il progetto “Market zone” ritorna a Cuneo con un’esposizione

Il progetto “Market zone”, che per dieci interi giorni ha animato la città di Cuneo intorno al suo storico mercato, ha affascinato notevolmente i quindici creativi (artisti, designer, grafici e architetti, italiani e francesi) che vi hanno preso parte. “Sono rimasti tutti molto soddisfatti – spiega Michela Giuggia, presidente dell’associazione Art.ur che ha coordinato l’intero progetto -, soprattutto per via del rapporto inclusivo che si è instaurato con gli ambulanti e gli utenti di questo spazio pubblico. Abbiamo trovato la massima disponibilità da parte degli addetti del mercato e ciò ha favorito enormemente lo sviluppo dei progetti, arricchendo così di spunti interessanti l’operato di ogni partecipante”.
Gli artisti che hanno preso parte all’iniziativa, hanno vissuto in prima persona l’esperienza del mercato di Cuneo, analizzando le sue innumerevoli sfaccettature e offrendo, dal canto loro, interessanti punti di osservazione artistica a tutti gli attori che lo frequentano e vi lavorano. “Molto apprezzati a questo riguardo sono stati i momenti vissuti con l’antropologo Marco Aime alla borgata Paraloup della Fondazione Nuto Revelli e la conferenza tenuta dal noto designer Paolo Ulian – prosegue Michela Giuggia -, ma non da meno è stata, poi, la chiusura del workshop con gli artisti torinesi Andrea Caretto e Raffaella Spagna, durante la quale i partecipanti hanno potuto sperimentare l’importanza delle relazioni che nel mercato si creano e si consolidano offrendo ad ambulanti e passanti un piatto di minestra cucinata, nel mercato, con le verdure donate dai vari ambulanti di piazza Seminario.
Il lavoro di ricerca interdisciplinare svolto a Cuneo ha dunque fornito gli spunti necessari per il prosieguo del progetto “Market zone”, che dal 19 al 24 novembre si trasferirà a Nizza per una serie di conferenze e presentazioni pubbliche, con tutor di eccellenza: il pluripremiato architetto francese Marc Barani, la celeberrima designer Matali Crasset e il famoso artista Stéphane Magnin, anch’esse propedeutiche a un’esposizione itinerante sul mercato, che viaggerà tra Cuneo e la Francia nell’autunno 2014.

Le esperienze e il materiale raccolto nei dieci giorni del progetto svoltosi nel capoluogo della Granda saranno da stimolo e da ispirazione per continuare in questo percorso di ricerca e collaborazione transdisciplinare tra Italia e Francia sul tema del mercato rionale. Appuntamento dunque nuovamente a Cuneo nell’ottobre 2014 per un’esposizione di tre settimane, che verrà allestita sotto la tettoia di piazza Seminario e sarà accompagnata da eventi culturali paralleli.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche