Nel futuro di Monti una collaborazione con il Pd - Notizie.it

Nel futuro di Monti una collaborazione con il Pd

Politica

Nel futuro di Monti una collaborazione con il Pd

Mario Monti prende tempo per decidere sul futuro, o meglio su una possibile candidatura come premier alle prossime elezioni politiche. D’altronde, le richieste fatte al Professore sono molteplici e in contrasto fra loro.

Bersani, nonostante l’intento dichiarato di proseguire con l’agenda Monti e aver dichiarato importante per il paese la figura del Professore, ha auspicato che il premier non partecipi alle elezioni come candidato alla Presidenza del Consiglio.

Berlusconi, dopo le forti critiche e averne provocato le dimissioni, aveva sorprendentemente invitato Monti ad allearsi con lui alla guida di una coalizione dei moderati. Anzi, il Cavaliere si era detto pronto a farsi da parte se Monti avesse accettato di presentarsi alla guida di un’intesa moderata che comprendesse anche il Pdl. Alla secca risposta negativa dell’attuale premier, non alla coalizione moderata ma ad un’alleanza con Berlusconi, il Pdl ha cambiato completamente linea politica: Gianni Letta ha invitato Monti a «farsi da parte e a profilo istituzionale degli esordi», cioè «neutrale».

Poi ci sono i grandi sostenitori, come Casini in Italia e la Merkel all’estero solo per citare i più importanti nei rispettivi “campi”.

La rottura tra il leader dell’Udc e il Cavaliere è dovuta anche e soprattutto all’atteggiamento di Berlusconi dopo la condanna nel processo Mediaset, a seguito della quale dichiarò guerra all’esecutivo del Professore e, alla fine, impose al Pdl di togliere la fiducia al governo. Salvo poi mutare opinione. E poi cambiarla ancora.

Monti, dal canto suo, ha incontrato oggi Giorgio Napolitano e al Capo dello Stato farà chiarezza sulle sue intenzioni. È probabile, comunque, che il Professore si avvicini al Pd di Bersani: sebbene non abbia ancora deciso se candidarsi o no, Monti è propenso ad imbastire un’alleanza o quanto meno un accordo di collaborazione con il segretario del Pd, il quale a più riprese aveva elogiato il premier e dichiarato di voler concludere il suo lavoro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche