Nella Chiesa di San Francesco a Cuneo il marchio di ospitalità italiana 2012 COMMENTA  

Nella Chiesa di San Francesco a Cuneo il marchio di ospitalità italiana 2012 COMMENTA  

Venerdì 30 marzo alle ore 15, presso la Chiesa di san Francesco in Cuneo, si terrà la cerimonia di premiazione delle strutture turistiche che hanno ottenuto il “Marchio Ospitalità italiana 2012”, promosso dall’ente camerale cuneese in collaborazione con Isnart.

Leggi anche: Etna, allarme della Coldiretti: ‘Ingenti i danni della cenere vulcanica sulla raccolta di arance’

In occasione dell’incontro saranno consegnate le targhe in ottone a 28 nuove realtà, le vetrofanie e gli attestati alle complessive 397 strutture in possesso del prestigioso marchio 2012.

Leggi anche: Il Time premia Angela Merkel come personaggio dell’anno

All’evento – moderato dalla giornalista Daniela Bianco – interverranno il presidente camerale Ferruccio Dardanello, l’assessore al turismo della Regione Piemonte Alberto Cirio, la presidente della Provincia di Cuneo Gianna Gancia, l’assessore al turismo della Provincia di Cuneo Pietro Blengini, il presidente dell’Ente turismo Alba, Bra, Langhe e Roero Luigi Barbero, il presidente dell’Azienda turistica locale di Cuneo Gianni Vercellotti e il presidente della Commissione provinciale per il Marchio di qualità Andreino Durando.

L’incontro sarà altresì occasione per valorizzare le molteplici iniziative in ambito turistico, attuate a livello nazionale ed europeo, contribuendo a una sempre maggior diffusione del Marchio, attraverso gli interventi del direttore generale di Isnart Giovanni Cocco e della responsabile della direzione operativa Flavia Coccia.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

sorpresine-kinder_per-il-britannico-the-sun-le-confezionano-i-bambini
News

Sorpresine Kinder: per il britannico The Sun le confezionano i bambini

Inchiesta giornalistica GB rivela cosa sta dietro i giocattoli miniaturizzati negli ovetti: famiglie rumene costrette a far lavorare anche i figli minorenni Un velo di tristezza ammanta le sorpresine Kinder contenute nei famosi ovetti che, normalmente, sono destinati a donare gioia ai bambini, dopo l’inchiesta portata avanti dalla redazione del quotidiano britannico The Sun: secondo il prestigioso giornale, infatti, la Ferrero commissionerebbe la confezione degli oggettini da inserire nelle famose uova di cioccolato ad un’azienda rumena, la Romexa, che a sua volta subappalterebbe il lavoro alla Prolegis. Quest’ultima affiderebbe poi la preparazione manuale dei mini giocattoli a delle famiglie in Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*