Nelle librerie si conferma il successo dell’autore Christopher Moore

Libri

Nelle librerie si conferma il successo dell’autore Christopher Moore

Christopher Moore è uno scrittore statunitense molto particolare. I suoi libri si odiano oppure si amano. Non esistono mezze misure! Ironici, grotteschi e intrisi di humour nero, i romanzi di Moore raccontano verità scottanti, attraverso fantasie e miti.
Se ancora non avete letto niente di questo autore, recuperate Demoni. Istruzioni per l’uso e Un lavoro sporco: davvero notevoli. Le edizioni Elliot hanno appena pubblicato il suo ultimo romanzo: Uno stupido angelo. Storia commovente di un Natale di terrore. La storia è ambientata a Pine Cove, dove incontrerete personaggi già conosciuti in altri libri.

Questa la trama, giusto per stuzzicare ulteriormente la vostra curiosità: Natale sta arrivando e gli abitanti del piccolo villaggio di Pine Cove in California sono impegnatissimi a far acquisti, impacchettare regali, decorare la casa e inghirlandare alberi, immersi nello spirito gioioso della festa. Ma non tutti hanno il cuore lieto e, fra questi, c’è il piccolo Joshua. A rattristare il bambino è la convinzione che quest’anno non riceverà regali, dal momento che ha visto con i suoi occhi Babbo Natale ricevere un colpo di pala e stramazzare a terra.

Per questo, da quel momento, la sua unica preghiera è: “Ti prego, Babbo Natale, torna dal regno dei morti!”. E si sa, per quanto impossibili, a volte i desideri dei bambini vengono accolti in paradiso; in questo caso quello di Joshua viene intercettato dall’arcangelo Raziel, che non è certo l’angelo più sveglio nel regno dei cieli. Spinto dall’euforia per la missione che deve compiere, l’arcangelo dà inizio a una serie di eventi che getteranno i residenti di Pine Cove dritti nel caos, culminante nella festa di Natale più esilarante e terrorizzante che la città abbia mai visto. È il Natale secondo Moore, grottesco e cattivello al punto giusto, qui presentato ai lettori italiani in versione integrale con un nuovissimo capitolo aggiunto dall’autore.

Sicuramente un libro un po’ particolare. Un differente Canto di Natale? Chissà…
Attenzione, però, se lo scegliete come regalo, perché come afferma Moore stesso: “Se state comprando questo libro come regalo per la vostra nonna o per un ragazzino, sappiate che contiene parolacce, gustose descrizioni di cannibalismo e quarantenni che fanno sesso.

Poi non date la colpa a me. Io vi ho avvisato”.

L’AUTORE
Nato a Toledo nel 1957, è cresciuto a Mansfield (Ohio) e ha frequentato la Ohio State University e in seguito il Brooks Institute of Photography di Santa Barbara (California). Lo stile narrativo di Moore coniuga l’umanesimo di John Steinbeck, uno dei suoi autori preferiti, con l’ironia tipica di Kurt Vonnegut e Douglas Adams. Tutti i diritti degli scritti di Moore sono stati acquisiti o perlomeno opzionati da parte di produttori cinematografici. Dal giugno 2006, Moore si è stabilito a San Francisco, dopo aver vissuto per qualche anno sull’isola di Kauai, nell’arcipelago delle Hawaii. Dello scrittore californiano, Elliot ha già pubblicato Un lavoro sporco, Il vangelo secondo Biff, Sesso e lucertole a Melanchovly Cove, Suck!, Fool, Demoni. Istruzioni per l’uso e Sacré Bleu.

Titolo: Uno stupido angelo. Storia commovente di un Natale di terrore

Autore: Christopher Moore

Traduttore: Giulia Balducci

Editore: Elliot Edizioni

Anno di pubblicazione: 2012

Collana: Scatti

Pagine: 256

Prezzo: € 16,50

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

pillar-capitals-2367488_960_720
Storia

I tre ordini architettonici greci

22 agosto 2017 di Notizie
Gli ordini architettonici  sono la più grande invenzione introdotta dai Greci nell'arte della costruzione. Tale invenzione risponde principalmente all'esigenza di eliminare qualsiasi forma di casualità nella realizzazione di un edificio.