Neonato piange troppo, il padre lo sbatte contro il muro

Cronaca

Neonato piange troppo, il padre lo sbatte contro il muro

Capita a tutti di perdere il controllo.

Le cause possono essere molteplici: il traffico, il vicino di casa rumoroso, un figlio disobbediente.

Oppure un neonato che non smette più di piangere.

Per fortuna, però, nella maggior parte dei casi, si riesce a non dare seguito alla rabbia che sale, si fa un profondo respiro e si affronta la situazione con la massima calma possibile.

Non è purtroppo quello che ha fatto Tyler Duddy, 25 anne giovane padre di un bimbo di pochi mesi, al quale bada in virtù di un affidamento esclusivo ordinato a seguito di una vicenda familiare dai contorni poco noti.

Esasperato dal pianto continuo del figlio, Tyler ha senza dubbio provato a calmare il bambino in tutti i modi, come qualunque padre avrebbe fatto, ma, alla fine, di fronte a una situazione per nulla migliorata, ha avuto un cedimento nervoso e, in preda a un raptus, ha scaraventato il piccolo contro il muro.

Appena il pianto si è interrotto, Tyler è tornato lucido e, constatato che il bambino aveva battuto la testa in modo violento, ha chiesto l’intervento dei medici, i quali, constatata la vera dinamica dei fatti, hanno subito sporto denuncia.

Alla presenza della polizia, Tyler ha raccontato e ammesso tutto. Il piccolo è ora ricoverato in condizioni gravi ed è già stato affidato ai nonni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...