Nessun giallo sulla morte di Jacky Sutton, la famiglia accetta l’ipotesi del suicidio - Notizie.it
Nessun giallo sulla morte di Jacky Sutton, la famiglia accetta l’ipotesi del suicidio
News

Nessun giallo sulla morte di Jacky Sutton, la famiglia accetta l’ipotesi del suicidio

Jacqueline Sutton Linkedin profile https://www.linkedin.com/pub/jacky-sutton-llm/10/339/980

Non ci sarebbe alcun giallo circa la morte dall’ex giornalista della Bbc Jacky Sutton. È stata la famiglia della donna a dichiararlo, dicendosi convinta della tesi del suicidio.

Jacky Sutton è stata ritrovata senza vita la notte fra sabato e domenica scorsi nel bagno dell’aeroporto Ataturk di Istanbul da alcune turiste, impiccata, pare, con i lacci delle scarpe. Secondo le ricostruzioni subito effettuate dalla polizia turca, Jacky aveva appena perso l’aereo per Erbil, nel nord dell’Iraq, e avrebbe avuto una crisi di pianto asserendo di non avere il denaro per comprare un altro biglietto, sebbene avesse in tasca più di 2 mila euro, come verificato a posteriori. Ripresa dal circuito di videocamere dell’aeroporto, Jacky avrebbe vagato per qualche tempo per le sale dell’aeroporto, sempre da sola, prima di raggiungere la zona dei servizi igienici, dove ha perso la vita.

All’ipotesi del suicidio non hanno voluto credere amici e colleghi, che tuttora sembrano non riuscire a capacitarsi della morte di una donna che reputavano forte e impegnata, tanto che era appena stata nominata direttore dell’Iwpr, l’Institute for War and Peace Reporting, associazione giornalistica attiva in zone di guerra, come l’Iraq, di cui appunto si occupava Jacky.

In settimana, però, sono arrivate alcune dichiarazioni da parte della famiglia, che, per bocca della sorella Jenny, si è detta “soddisfatta per l’indagine portata avanti dalle autorità turche”. Nonostante l’iniziale scetticismo dopo le “prime informazioni”, “in base alle prove che abbiamo visto a questo punto crediamo che Jacky abbia agito da sola”, ha concluso Jenny Sutton. Fra le informazioni fornite dalla famiglia ci sarebbe anche il fatto che sul corpo della giornalista non sarebbero stati individuati segni di violenza di alcun genere.

Giunti a questa conclusione, i parenti hanno chiesto di rispettare il dolore per la perdita subita e, pur avendo comunicato di aver assunto un investigatore privato per meglio far luce sulla vicenda, hanno voluto sottolineare che, per quanto li riguarda, la spiegazione del suicidio, per quanto terribile, è stata accettata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche