Neve e gelo, è caos in Serie A: rinvii a Bologna e Siena, weekend a rischio

Calcio

Neve e gelo, è caos in Serie A: rinvii a Bologna e Siena, weekend a rischio

L’inverno è calato sull’Italia, violento ed improvviso dopo un gennaio insolitamente mite, ed al pari di una nazione che si ritrova in ginocchio il mondo del calcio è paralizzato, complice anche l’idea di fissare un turno infrasettimanale proprio a fine gennaio. Va detto però che le attenuanti non mancano: da una parte l’impossibilità di trovare altre date disponibili, dall’altra la sfortuna di imbattersi proprio nei giorni dell’emergenza meteo. Tanto è bastato comunque per sollevare l’annoso problema-stadi, vetusti ed inadeguati. Certo lo Juventus Stadium è e rimane un modello ma va detto che le condizioni vantaggiose di cui ha potuto godere la società bianconera (impianto già presente, agevolazioni economiche) non sono frequenti.

Così dopo il rinvio (accompagnato da mille polemiche, come avviene quasi sempre in Italia) di Parma-Juventus programmata per martedì anche Bologna-Fiorentina (curiosamente lo stesso caso si presentò tre anni fa esatti) e Siena-Catania sono state cancellate dal programma: al Dall’Ara ed al Franchi non si potrà giocare mercoledì sera al punto da indurre le autorità competenti ad annunciare il rinvio con quasi dieci ore d’anticipo.

Diversi i motivi: se in Emilia il campo è totalmente impraticabile causa neve, nonostante il lavoro degli spalatori all’opera già dalla prima mattinata, a Siena, proprio come a Parma, il problema deriva dalla mancata presenza delle condizioni di sicurezza e di viabilità intorno allo stadio. Tutto dovrebbe procedere regolarmente nelle altre sette partite complici anche condizioni meteorologiche non (ancora) proibitive nel nord est e nel centro Italia: a Milano Inter-Palermo non è a rischio visto il puntuale avvio del piano anti-neve in città.

Ma l’allarme suona già forte in vista del prossimo fine settimana quando a complicare le cose non sarà più la neve bensì il freddo siberiano con temperature che dovrebbero scendere anche sotto i meno dieci gradi: l’ad del Milan Galliani ha già chiesto alla Lega il rinvio del posticipo contro il Napoli in programma domenica 5. “Tutti i bollettini meteorologici per i prossimi giorni, e in particolare per il fine settimana – ha dichiarato Galliani- prevedono condizioni climatiche proibitive, quali non se ne vedevano da 27 anni: escludo che domenica sera ci siano le condizioni per giocare”.

La stessa situazione si dovrebbe presentare nel pomeriggio a Torino per Juventus-Siena ed anche il Parma, nel pieno delle polemiche dopo il convulso martedì sera, “auspica che per la partita contro il Chievo di domenica pomeriggio siano applicate le stesse misure rigorose messe in atto martedì”. La Lega si riserva una decisione. Il campionato rischia la paralisi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche