Come fare neve finta per vetrine

Guide

Come fare neve finta per vetrine

Natale 2016: neve finta per vetrine negozi e centro commerciali, ecco come ricreare il magico paesaggio innevato natalizio

E’ tempo di fare gli acquisti di Natale, tra pochi giorni (-22 giorni) si festeggia il candido e Bianco Natale 2016 e, in questi giorni, siamo alle prese con gli acquisti dei regali e dei doni che vogliamo affettuosamente donare ad una persona cara, un familiare o un conoscente per augurare buone festività. Andando in giro, in questi giorni, possiamo ammirare le bellissime vetrine dei negozi della città e dei centri commerciali tutti perfettamente agghindati e decorati con gli addobbi, luci, decorazioni tipiche del Bianco Natale. Non solo rosso, il colore “simbolo” del Babbo Natale, con la sua veste brillante che ci viene a portare i doni con la sua slitta trainata dalle renne ma un colore che non deve mancare è il colore bianco. Il candido bianco della neve, soffice e morbida che si scioglie tra le calde mani, un tono che sembrerebbe “banale” ma che non deve mancare in una vetrina di un negozio, tale da “rievocare” il tipico paesaggio innevato natalizio.

Quali idee per riprodurre la neve del candido Natale? Tanti modi per riprodurre il paesaggio innevato o il pupazzo di neve: procuratevi dei batufoli di cotone idrofilo, assemblateli insieme, compattateli e conferitegli un aspetto omogeneo che ricordi la morbidezza della neve candida. Oppure se volete innevare il presepe o le palline che guarniscono l’albero di Natale, con una “spruzzata” di borotalco, gesso, sale, zucchero o farina, sarete in grado di conferire quella naturalezza della neve appena caduta. In commercio, sono reperibili dei sacchetti di neve “finta” sintetica che hanno l’effetto realistico della neve naturale, questi sacchetti sono consigliati per coloro che vogliono addobbare la propria vetrina e non ritoccarla più fino dopo l’Epifania. Oppure, per coloro che vogliono date un tocco di neve “istantaneo”, è possibile reperire il poliacrilato di sodio, una sostanza polverosa, atossica ed artificiale, la cui durata è temporanea, dell’entità di 2/3 giorni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*