Never ending story

Inter

Never ending story

Nel 1984 usciva nelle sale cinematografiche italiane un film, il titolo era “la storia infinita”, questo titolo sembra perfetto per indicare la storia infinita fra Juventus e Inter, una querelle che sembra non dover mai terminare; anche quest’anno la situazione alla 14 giornata di campionato è già divenuta incandescente.

Alle esternazioni di Massimo Moratti che lamentava una striscia di tre arbitraggi consecutivi con episodi a sfavore, rispondeva il presidente bianconero Agnelli che puntualizzava come nella storia del calcio italiano solo due squadre erano riuscite a vincere cinque scudetti consecutivi.

Chiaro il riferimento ai cinque campionati vinti dall’Inter dove il primo era però stato assegnato a tavolino dalla Federazione che lo aveva tolto alla Juventus; la dirigenza bianconera rivendica due campionati.

Giudizio personale: lo scudetto assegnato a tavolino non ha certamente valore per un tifoso, conta solo per la statistica; e la statistica dice che l’Inter ha effettivamente vinto cinque campionati consecutivi.

Si può discutere sul fatto che sia più o meno lecito considerare valido questo titolo, io personalmente ritengo che la Federazione avrebbe dovuto limitarsi a revocare il titolo e non assegnarlo, la disquisizione è però aperta a molte interpretazioni.

Pensiamo alle olimpiadi, è pratica comune assegnare la medaglia d’oro, in caso di squalifica del vincitore, al 2° classificato; storia recente vede protagonista l’americano Lance Armstrong che si è visto revocare 7 tour de France con conseguente discussione inerente l’eventuale assegnazione del titolo vacante.

Quindi ? Al momento c’è una decisione, questa decisione si ripercuote anche sulla striscia delle cinque vittorie che equipara l’Inter alla Juventus e al Torino, se un giorno la Federazione deciderà altrimenti sarà l’Inter che dovrà accettare il verdetto ma al momento la situazione appare molto chiara; anche perchè qualcuno della dirigenza juventina dovrebbe comunque spiegare come mai gli innocenti Moggi e Giraudo sono stati allontanati, se fossero innocenti come mai la società non continua a difenderli come Conte ?

Agnelli dovrebbe comunque ricordarsi che tale Omar Sivori, con Piola, è indicato negli annali del calcio italiano come miglior marcatore in una singola partita : 6 reti – 10 giugno 1961.

Piccolo particolare quel record è stato ottenuto dal cabezon argentino contro l’Inter … primavera; il presidente Angelo Moratti per protestare contro la ripetizione della partita Juventus – Inter, aveva fatto scendere in campo la primavera nerazzurra.

[ Nota a margine: la Federazione aveva inizialmente assegnato la vittoria all’Inter a causa dell’invasione di campo dei tifosi bianconeri, poi la Federazione decise di far rigiocare la partita togliendo la vittoria a tavolino. ]

Questo fatto aveva permesso al forte giocatore argentino di segnare 6 reti e eguagliare così il record di Piola, però negli annali il record rimane, quindi caro presidente Agnelli …..

Cereda Stefano

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...
Stefano Cereda 439 Articoli
Laureato in Scienze Storiche all'Università Statale di Milano, relatore in un convegno patrocinato dalla Provincia di Lecco sui 150 anni dell'Unità d'Italia, per il medesimo convegno autore di un saggio sul Risorgimento.