New Hampshire, nuova vittoria per Romney COMMENTA  

New Hampshire, nuova vittoria per Romney COMMENTA  

Mitt Romney

Dopo aver vinto le primarie per la nomination alle presidenziali di novembre nello Iowa  con soli otto voti di scarto, Mitt Romney si aggiudica anche quelle nel New Hampshire.


Quando ormai mancano i dati di solo 14 sui 301 distretti elettorali l’ex governatore del Massachusetts è al 39,4%, mentre Ron Paul al 22,8%. Seguono Huntsman (16,8%), Gingrich (9,3%) e Santorum (9,3%).


Dalla Southern New University del New Hampshire Romney pronuncia un discorso in cui sfida Obama: “Il presidente vuole radicalmente trasformare l’America mentre io voglio restaurarla, lui si ispira alle capitali europee,  io alle città della nostra nazione, lui ha aumentato il debito, io pareggerò il bilancio, lui ha perso la tripla AAA mentre

Mitt Romney

io la riprenderò,  lui ha fiducia nello Stato, io nel popolo americano: è il momento di batterci per l’America che amiamo”.


Prosegue quindi la marcia trionfale di Romney: i candidati che si sono piazzati al secondo e terzo posto, (il deputato del Texas Ron Paul e l’ex governatore dello Utah Jon Huntsman, sono quelli che hanno meno chance di creargli reali problemi.

L'articolo prosegue subito dopo


La prossima tappa delle primarie sarà il South Carolina, dove i contendenti si giocano l’appoggio di 25 delegati per la convention repubblicana di fine agosto. Negli Stati del Sud sarà forte il ruolo della religione: Romney sarà attaccabile perché da governatore fu aperto a compromessi coi democratici su aborto e sanità.

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*