New York, omicidio nella metropolitana. L’assassina confessa: «L’ho ucciso perché odio i mussulmani» COMMENTA  

New York, omicidio nella metropolitana. L’assassina confessa: «L’ho ucciso perché odio i mussulmani» COMMENTA  

NEW YORK – «L’ho ucciso perché odio i mussulmani dopo quello che hanno fatto l’11 settembre». Questa è la confessione shock di Erika Menendez, 31 anni, la donna che giovedì scorso ha ucciso un immigrato indù, spingendolo sulle rotaie della metropolitana di New York. La donna, identificata con l’ausilio delle telecamere a circuito chiuso nella fermata Queens Boulevard, il luogo del delitto, è stata accusata di omicidio “motivato dall’odio religioso”.


Foto: nydailynews.com

Leggi anche

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*