New York sotto la neve: tutte le auto ferme

Prima Pagina

New York sotto la neve: tutte le auto ferme

La città di New York è finita sotto la neve, solo che i fiocchi bianchi non sono una tranquilla e pittoresca precipitazione dal sapore natalizio, ma sono quelli incontrollabili e sinistri della tempesta Jonas.

Che le condizioni climatiche sarebbero peggiorate era cosa risaputa da qualche giorno, ma ieri i cittadini di New York si sono trovati di fronte una situazione di gravità e pericolosità tali che l’amministrazione guidata dal sindaco Bill De Blasio ha deciso di correre subito ai ripari mettendo in campo ogni risorsa possibile di prevenzione. Con il vento gelido a soffiare, gonfiando di ondate il fiume Hudson, che finiva per allagare le zone delle banchine e le coste del New Jersey, e con mezzo metro di neve caduta in poche ore, ai newyorchesi è arrivato l’ordine di sgomberare le strade da ogni automobile. Erano le 20.30 italiane, le 14.30 ora locale. Al momento la situazione non appare affatto migliorata e, anche se il paesaggio insolito rappresenta in qualche modo una novità piacevole, le condizioni di mobilità risultano davvero difficili: con le auto private a casa, infatti, i bus sono stati sospesi e il servizio metropolitana non ha ancora ripreso a funzionare con regolarità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche