Calciomercato​ Serie A, ecco il futuro partner di Belotti

Calcio

Calciomercato​ Serie A, ecco il futuro partner di Belotti

Calciomercato Serie A

Calciomercato Serie A, tutto ruota attorno ai prossimi attaccanti liberi. Uno di questi, potrebbe essere il prossimo partner di Belotti al Torino.

Sebbene manchino ancora tre mesi all’inizio della sessione estiva di calciomercato, molte squadre di Serie A stanno programmando i primi colpi di mercato con l’obiettivo di rinforzare le rispettive squadre prima che inizino i ritiri precampionato. Una di queste sembrerebbe essere il Torino del presidente Urbano Cairo.

Secondo i media spagnoli, per la prossima stagione il numero uno granata sarebbe pronto ad ingaggiare Giuseppe Rossi del Celta Vigo. Ebbene sì, l’ex calciatore della Fiorentina ha il contratto in scadenza con data 30 giugno 2017 e, nonostante le buone prestazioni fornite in questa stagione in Liga, non è da escludere un suo ritorno in Italia.

A confermare questa indiscrezione di mercato è anche il procuratore del calciatore italo-americano che avrebbe chiaramente aperto alla possibilità di un ritorno al campionato italiano del suo assistito.

D’altronde, un ritorno in Serie A, consentirebbe a Rossi di potersi giocare nuovamente il posto in Nazionale in vista del Campionato del Mondo in Russia nel 2018.

Trovare l’intesa con un giocatore come Belotti non sarebbe un problema e potrebbe essere questo l’elemento fondamentale che consentirebbe a Ventura di chiamarlo in Nazionale.

Concludere un’operazione del genere per il Torino del presidente Cairo non dovrebbe esser un grosso problema in quanto, la società granata dovrebbe pagare solamente l’ingaggio al giocatore che potrebbe non superare i 2,5 milioni annui. Cifra che è leggermente superiore ai parametri imposti dal numero uno granata al direttore sportivo Petrachi, ma tale problema potrebbe esser facilmente superato dai maggiori introiti derivanti dal merchandising nel caso in cui l’operazione andasse in porto.

Dunque, il connubio Rossi-Torino non è minimamente da escludere anche se la società granata dovrà accelerare i tempi prima che squadre come Atalanta, Bologna e Lazio decidano realmente di intavolare una trattativa con il suo procuratore.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche