Niente iPad in Cina per un problema di copyright! COMMENTA  

Niente iPad in Cina per un problema di copyright! COMMENTA  

Dopo aver attaccato Samsung e HTC in moltissimi tribunali del mondo, ora Apple si ritrova ad avere un serio problema legale in Cina. Chi la fa l’aspetti, diceva un proverbio.

Secondo quanto riportato dal Southern Metropolis Daily, quotidiano dell’area cinese di Shenzhen, Apple dovrebbe pagare la bellezza di 1,5 miliardi di dollari di risarcimento danni ad un’azienda cinese che aveva registrato il nome iPad nel lontano 2000.


L’intera vicenda è nata poco tempo fa, quando Apple con il suo classico atteggiamento spavaldo ha deciso di denunciare l’azienda asiatica Proview Technology per aver immesso sul mercato un prodotto chiamato iPad. I legali di Apple però non sapevano, o meglio, non avevano approfondito la questione a sufficienza per scoprire che in realtà l’azienda aveva registrato il “nome incriminato” nel 2000, quindi ben 10 anni prima dell’annuncio ufficiale dell’Apple iPad.


Ma non è finita qui: il brevetto registrato da Proview Technology sancisce il diritto ad usare il nome iPad non solo sul territorio cinese, ma anche in altri Paesi del mondo.


I dirigenti di Proview hanno capito perfettamente la situazione e hanno quindi deciso didenunciare Apple per violazione di copyright, costringendo la casa di Cupertino a pagare 1,5 miliardi di dollari, pena lo stop della vendita di iPad in Cina e forse in altri paesi.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*