Niente prova tv per Boateng: il video del “tuffo”

Calcio

Niente prova tv per Boateng: il video del “tuffo”

Niente squalifica con la prova tv per Kevin Prince Boateng.

Il tuffo avvenuto al 18’ del secondo tempo della partita di sabato sera contro il Siena, che ha indotto in errore l’arbitro Bergonzi che ha decretato il rigore per i rossoneri, non è stato infatti segnalato dalla Procura Federale all’attenzione del Giudice Sportivo entro le 24 ore successive al fatto, come da regolamento per gli episodi di condotta violenta o palesemente scorretta sfuggiti all’attenzione dell’arbitro o male interpretati dallo stesso durante la partita. Il centrocampista ghanese sarà quindi regolarmente a disposizione di Allegri martedì sera per la trasferta di Cagliari.

Non entrando nel merito del rigore (che sembra comunque del tutto inventato) le immagini televisive non sono infatti in grado di stabilire con certezza se Boateng abbia realmente simulato, ovvero se non ci sia stato il minimo contatto con il portiere del Siena Brkic. Curiosa la coincidenza che ha visto protagonista dell’episodio ancora Mauro Bergonzi, già “vittima” di un simulatore nell’ottobre 2007 durante un celebre Napoli-Juventus quando il fischietto genovese decretò un rigore per un presunto intervento falloso subito da Marcelo Zalayeta, allora in forza al Napoli. Il giocatore fu poi squalificato tramite prova tv prima che il ricorso del Napoli facesse cancellare la sanzione dimostrando l’esistenza di un “minimo” contatto. Di seguito i due episodi. Ai lettori la “sentenza”.

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=PF_fRnZF0SI&w=420&h=315]

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=w0ibnmu7oRE&w=560&h=315]

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...