“Il Nilo a Pompei-Visioni d’Egitto nel mondo romano” COMMENTA  

“Il Nilo a Pompei-Visioni d’Egitto nel mondo romano” COMMENTA  

Fino al 4 settembre prossimo, a Torino, presso il Museo Egizio si svolge la mostra dal titolo: “Il Nilo a Pompei-Visioni d’Egitto nel mondo romano”. La rassegna conta  della partnership della Soprintendenza speciale per Pompei, Ercolano, Stabia, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli (Mann), il Museo Iseo di Benevento e il Polo Museale della Calabria. Per l’occasione, possiamo ammirare affreschi, i fregi, i culti e le statue romane. Interessanti da vedere, sono gli affreschi del tempio di Iside a Pompei o della Casa del Bracciale d’Oro, il Toro Api, un Falco, una Statua di Domiziano e oltre trecento reperti provenienti da venti musei italiani e stranieri. Si tratta di un percorso di indubbio fascino che ci permette di sondare come sia stata grande l’ influenza dell’Egitto tra le civiltà del Mediterraneo.

Leggi anche: A Roma, la mostra Giorgio Ortona. Nomi, cose e città

Fonte foto: arte.it

Leggi anche

babbo-natale
Cultura

Babbo Natale esiste o no

Ci sono ancora bambini che credono a Babbo Natale e attendono con ansia di ricevere i suoi doni a Natale. Ma quanto c'è di reale in questo personaggio? La maggior parte dei genitori si sente rivolgere la fatidica domanda “Babbo Natale esiste o no?” dai propri figli appena riescono a percepire la realtà distinguendola dalla fantasia. Per alcuni questo momento arriva presto (fra i 3 e i 9 anni), per altri si prolunga un po’. Una cosa è certa: nell’immaginario collettivo dei più piccoli il personaggio di Babbo Natale ha persino soppiantato Gesù Bambino. Per i bimbi in tenera età Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*