Nina Moric gufa il Cagliari: “Andrà in Serie B”

Gossip e TV

Nina Moric gufa il Cagliari: “Andrà in Serie B”

Nina Moric

La showgirl Nina Moric scatena una polemica su Facebook, in seguito ad un post provocatorio dove sostiene che Fiorentina, Cagliari e Chievo andranno in serie B.

Nina Moric torna a far parlar di sè e questa volta con una provocazione nei confronti del Cagliari. Infatti, dopo lo scalpore provocato da una foto di Samuel Jackson e Magic Johnson a Forte dei Marmi, i quali erano stati definiti dalla showgirl come “immigrati che bivaccano sulle panchine con i nostri 35 euro”, la Moric continua a scatenare polemiche.

L’ennesima provocazione di Nina Moric

Il fatto riguarda una dichiarazione della nota modella croata, la quale si è improvvisata esperta di calcio ed ha tentato di fare alcuni pronostici riguardo l’andamento del campionato di serie A. Tramite un post sul suo profilo Facebook, Nina Moric ha infatti scritto: “Fiorentina, Cagliari e Chievo in B è già scritto. Lo scudetto sarà una lotta fra Juventus e Benevento fino all’ultima giornata. Buon campionato a tutti”.

Inoltre, con un altro commento, la Moric aggiunge: “Questo è uno dei rari post seri, fatta eccezione per la parte sul Benevento, che non lotterà per lo scudetto ma farà un bel campionato”. Immediata è stata la reazione dei numerosi follower della showgirl, i quali non appoggiano quanto dichiarato nel post.

Infatti è esplosa una polemica e in alcuni commenti in risposta ai pronostici della Moric è possibile leggere: “Ma cosa capirai tu di calcio, non avrai mai guardato una partita in vita tua… il Cagliari non andrà in B”, oppure “Ma perché adesso parli pure tu di calcio? Non sai neanche i colori sociali del Benevento”.

Si tratta quindi dell’ennesimo atto provocatorio della ex fidanzata di Fabrizio Corona, che finisce ancora tra le ultime news di gossip. Chissà se Nina Moric risponderà anche ai commenti dei suoi follower e se farà altri pronostici sul campionato di serie A.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche