Ninux.org presenta una guida definitiva alla crittografia COMMENTA  

Ninux.org presenta una guida definitiva alla crittografia COMMENTA  

ninux_logo

ninux_logoIl prossimo sabato al Fusolab si affronterà un tema importante e delicato: la crittografia. La serata è a cura di Ninux.org, ovvero la più grande comunità wireless italiana.

Ne parliamo più specificatamente con il giovanissimo Federico Capoano, ispiratore dell’evento, una delle ultime “new entry” del gruppo.

Cosa vi ha spinto a organizzare una serata all’insegna della crittografia?
“Innanzitutto ci sta molto a cuore la filosofia open source: ovvero una comunità che lavora a titolo volontario sullo sviluppo di software aperti e nuove tecnologie che facilitino la vita di tutti i giorni.

Nello specifico, con la serata di sabato, abbiamo intenzione di sensibilizzare il cittadino all’utilizzo di un software che possa proteggere la sua privacy: trattasi di PGP, che è l’acronimo di Pretty Good Privacy”.

Quali utilità può offrire PGP?
“Con PGP hai la sicurezza che a scrivere l’e-mail sia veramente la persona con cui stai parlando. È molto importante nella gestione di dati sensibili, come password, carte di credito, o per conversazioni private. Utilizzano questo sistema anche le aziende che combattono lo spionaggio industriale e gli attivisti politici”.

La serata si svolgerà con gli interventi di due vecchie figure di Ninux: Marco Giuntini, presente fin dalla nascita del progetto, e Giorgio Desideri, ex consigliere di un famoso Linux User Group romano.


Marco, di cosa ci parlerai sabato?
“L’idea è quella di spiegare a grandi linee il funzionamento di PGP, per poi passare alla parte pratica su come creare una nuova chiave, utilizzando il software per inviare e-mail cifrate e firmate.

L'articolo prosegue subito dopo

PGP può essere utilizzato per firmare i messaggi inviati, verificando l’autenticità del mittente, senza avere un’infrastruttura centralizzata, al contrario di quanto avviene con la PEC (posta certificata) adottata solo in Italia”
.

Giorgio, da vecchio attivista quale sei, qual è il tuo punto di vista sull’argomento?
“Non c’è niente di male nel proteggere la propria privacy, secondo me. Ognuno può utilizzare i mezzi che la rete mette a disposizione secondo l’uso che reputa più consono e PGP è uno dei software di cifratura più usati per la sicurezza delle trasmissioni. Non è l’uso della cifratura che rende “pericolose” le informazioni, infatti, ma è il contenuto delle informazioni stesse”.

Per ulteriori dettagli sull’evento:
http://blog.ninux.org/2012/01/08/crittografia-pgp-per-tutti-21-gennaio-2012

4 Commenti su Ninux.org presenta una guida definitiva alla crittografia

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*