Nocerina: esonerato Auteri, arriva Campilongo COMMENTA  

Nocerina: esonerato Auteri, arriva Campilongo COMMENTA  

Tredicesimo esonero stagionale in Serie B. Come previsto la sconfitta interna contro il Pescara è costato il posto a Gaetano Auteri: l’allenatore siracusano lascia quindi la panchina della Nocerina, club che lo scorso maggio aveva riportato nella serie cadetta dopo trentadue anni di assenza. Al suo posto è stato ingaggiato Salvatore Campilongo che torna in panchina dopo l’amara retrocessione dello scorso anno a Frosinone: il tecnico napoletano si tratta della quinta esperienza da allenatore in Campania dopo Casertana, Ariano Irpino, Cavese ed Avellino, club alla guida del quale era retrocesso in Prima Divisione nel 2008. I tifosi molossi fanno quindi gli scongiuri ma il popolare Sasà sarà sicuramente animato da una sana voglia di rivincita dopo le recenti delusioni. Campilongo, che sarà seguito dal vice Tatomir e dal preparatore atletico Albarella, ha firmato un contratto fino a giugno con rinnovo automatico in caso di salvezza, una missione che la classifica e l’attuale momento dei rossoneri rendono difficile ma non impossibile, visto che il presidente Citarella ha già promesso massicci interventi sul mercato oltre a quanto già fatto, gli arrivi degli svincolati Gherardi, Mingazzini e Giuliatto.


Auteri lascia condannato dai numeri: dieci gol subiti ed appena due punti nelle ultime quattro partite, appena tre vittorie in campionato l’ultima delle quali, l’unica in casa, lo scorso 29 ottobre ma soprattutto una difesa colabrodo, perforata addirittura quaranta volte anche a causa di un atteggiamento tattico, lo stesso 3-4-3 che era stato alla base della formazione, forse troppo spregiudicato in Serie B per una squadra composta in gran parte da esordienti.

L’esordio di Campilongo avverrà già venerdì sera al San Francesco contro il lanciatissimo Sassuolo: un ostacolo apparentemente insormontabile ma i tifosi molossi chiedono un’inversione di tendenza soprattutto a livello psicologico.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*