Non è vero ma ci credo COMMENTA  

Non è vero ma ci credo COMMENTA  

non è vero ma“Non è vero, ma ci credo”. Questa sera e domani 23 febbraio al teatro “La Pergola” di Firenze sarà messa in scena l’ultima interpretrazione l’ultima apparizione al teatro alla Pergola nel lontano 1978 di Peppino De Filippo.

Nel comunicato stampa diffuso sul sito del teatro si legge: «L’ultima interpretazionedella sua carriera el’ultima apparizione alla Pergoladi Peppino DeFilippo nel 1978 fuproprio con la sua commedia “Non è vero ma ci credo”. Accanto a lui e nello stesso ruolodi Teresa,  nel cast era già Lelia Mangano De Filippo, sua moglie da pochi mesi, così come Antonio De Rosa ieri e oggi interprete di Alberto Sammaria.

Dalla scorsa stagione è Sebastiano Lo Monaco a vestire i panni del protagonista Gervasio Savastano nella sua nuova produzione diretta da Michele Mirabella. “Non è veroma ci credo”, andata in scena nel 1942, è considerata il capolavoro comico di tutta la produzione teatrale di Peppino De Filippo.

Ottenne un così vasto successo che dieci anni più tardi si decise di farne anche un film diretto da Sergio Grieco.Ritrovare la tradizione per garantirle l’agilità della modernità continua ad essere la cifra stilistica delle scelte artistiche di Sebastiano Lo Monaco e dell’incontro felice  con la regiadi Michele Mirabella.

L'articolo prosegue subito dopo

“Non è vero ma ci credo”è ambientata nel pieno del boom della finedegli anni Cinquanta, Alida Cappellini e Giovanni Licheri,assecondando la passione per il vintage del regista,hanno realizzato scene e costumi su modelli originali dell’epoca. “Gervasio Savastano è frutto della tipica ironia di Peppino De Filippo –raccontaSebastiano Lo Monaco- in questa commedia, troviamo tutti i suoi temi ricorrenti: il malocchio, gli affetti il matrimonio e la famiglia”. »

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*