Non piace la linea 5 della metropolitana

Milano

Non piace la linea 5 della metropolitana

Attendendo il viaggio d’anteprima , in occasione della settimana della famiglia, della tratta Zara -Bignami sulla linea 5 della metropolitana milanese, fioccano le polemiche. Critiche sullo stile, per la precisione, ma andiamo per ordine.

I lavori sulla nuovissima linea 5 stanno procedendo ad un ritmo serratissimo, dopo più di un anno di inaugurazioni rimandate per problemi e lungaggini varie, affinché si possa effettuare un servizio navetta per i fedeli che vorranno assistere alla Messa con il Papa all’aeroporto di Bresso. La possibilità di effettuare il servizio è anche legata all’approvazione della commissione ministeriale sui Trasporti ma, in attesa dell’arrivo dei tecnici di Roma, prevista per metà maggio, si stanno completando le fermate della tratta interessata. Proprio le foto degli allestimenti, circolate sul web, hanno scatenato un dibattito infinito sulle pagine di Skyscraper City, noto sito dedicato al design e all’architettura, poi sfociato anche nelle pagine di alcuni quotidiani.

Nel mirino, la stazione di Bicocca (di cui sono circolate le prime foto ma, le altre sono uguali), oggetto di bocciatura, piuttosto secca ed unanime, da parte del web: “È nuova ma sembra vecchia” è il succo delle varie critiche che colpiscono diversi elementi. Si parte dall’accostamento improbabile dei colori (il lilla, tanto caro all’ex sindaco Moratti, e il verde, dominante sui nuovi mezzi della tram via); si passa poi all’abuso, un po’ anni 80, degli elementi in cemento e si finisce con la tristissima saracinesca grigia.

Anche se la conclusione ufficiale dei lavori si avrà solo in ottobre, e nel frattempo potrebbero essere fatte modifiche o aggiunte, resta grande la delusione per la scelta stilistica di infrastrutture nuovissime nella città che si autodefinisce capitale del design.

Taglia corto, rispondendo alle critiche apparse pure sul suo profilo facebook, l’assessore alla Mobilità, Pierfrancesco Maran, dopo mesi di attese ed extra costi: “L’importante è che funzioni,di sicuro però la stazione di Garibaldi sarà bellissima”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...