“Non rispetta l’Islam”: ricopre di benzina la moglie e minaccia di darle fuoco COMMENTA  

“Non rispetta l’Islam”: ricopre di benzina la moglie e minaccia di darle fuoco COMMENTA  

Un uomo di 32 anni, di nazionalità marocchina, è stato arrestato a Darfo, nel Bresciano, per maltrattamenti e lesioni sulla moglie, una 28enne russa. L’uomo aveva cosparso di benzina la testa della donna minacciando di darle fuoco perché non rispettava i dettami dell’Islam.

Leggi anche: Segano sbarre e si calano giù con le lenzuola: in due evasi da Rebibbia


Un cittadino marocchino di 32 anni è stato arrestato nel Bresciano, a Darfo, per maltrattamenti e lesioni su sua moglie. Le violenze erano di vecchia data – andavano avanti almeno dal 2013 -, ma col passare del tempo erano divenute sempre più frequenti. Fino all’ultimo episodio che ha portato all’arresto dell’uomo: il 32enne ha cosparso di benzina la testa della moglie, una donna di origine russa di 28 anni, minacciando di darle fuoco. Il motivo, secondo quanto riportato dalla vittima, era dovuto al mancato rispetto da parte della donna delle regole della religione islamica.

Leggi anche: Classifica di vivibilità: Napoli ultimo posto


Di fronte al fanatismo del marito, la moglie fortunatamente è riuscita a scappare, rifugiandosi in bagno. Da lì ha chiamato i carabinieri, che sono intervenuti e hanno arrestato il marito violento.

Il provvedimento è stato convalidato dal giudice per le indagini preliminari, che ha disposto per l’uomo gli arresti domiciliari a Milano. Soltanto tre settimane fa un episodio analogo si era verificato a Dello, sempre in provincia di Brescia.

L'articolo prosegue subito dopo

In quel caso, purtroppo, un marito violento aveva dato fuoco alla moglie, giudicata “troppo occidentale”. La donna, di nazionalità indiana, si trova ancora in ospedale con gravi ustioni.

Leggi anche

incendio-usa
Esteri

Incendio durante rave party in Usa, oltre 30 morti

Un violentissimo incendio è divampato durante un rave party in un capannone nella città californiana di Oakland, Usa. Mentre era in corso la festa le fiamme hanno rapidamente avvolto la struttura provocando la morte di molte persone,  quelle accertate ma con tutta probabilità oltre 30, forse 40, secondo fonti della polizia che ha affermato, 'siamo pronti al terribile scenario di una strage'. Inoltre sono state avviate le indagini per incendio doloso, anche se al momento rimangono aperte tutte le piste, compresa quella dell'incidente e non vi sono indagati certi. Sembra inoltre che nell'edificio non vi fosse alcun impianto antincendio. Quando Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*