Non tutti sanno come lavarsi i denti, rivela uno studio COMMENTA  

Non tutti sanno come lavarsi i denti, rivela uno studio COMMENTA  

I britannici sono ben noti di avere denti rovinati rispetto a quelli bianchi perlati dei loro cugini americani – ma uno studio europeo ha scoperto che non sono i soli.


Infatti, mentre quasi tutti gli svedesi si olavano i denti, solo uno su 10 lo fa in un modo che impedisce efficacemente la carie.

In due studi separati, Pia Gabre presso l’Università di Göteborg, ha condotto due studi sulle abitudini di lavarsi i denti su 2.000 svedesi di età compresa tra 15-16, 31-35, 60-65 e 76-80 anni.


I ricercatori hanno scoperto che il 90 per cento della popolazione non si lava i denti nel modo più efficace.

Molti riescono a lavarseli due volte al giorno, mentre altri si risciacqua la bocca poi così diluendo l’effetto protettivo del dentifricio al fluoro.


‘La maggior parte dei soggetti intervistati ha imparato a lavarsi i denti come i bambini, dai loro genitori. Anche se sono stati informati sulle tecniche più efficaci nel corso della vita, continuano a lavarsi i denti come hanno sempre fatto. ‘
La British Dental Association raccomanda l’utilizzo di uno spazzolino da denti con una testa piccola che entra in tutti gli angoli. La maggior parte delle persone dovrebbe optare per uno spazzolino medio o morbido.

L'articolo prosegue subito dopo

Nel frattempo la tecnica migliore è una azione circolare piuttosto che strofinare su e giù, fino in fondo alla bocca, dove i batteri possono accumularsi.
I denti devono essere puliti per un minimo di due minuti due volte al giorno.

Il dentifricio deve contenere fluoro ad una concentrazione di almeno 1.350 ppm.
Il filo interdentale tra i denti è importante per rimuovere un accumulo di detriti.

Leggi anche

Salute

Dieta Lemme: quali danni provoca

Dieta Lemme: sconsigliata a chi soffre di problemi al fegato, ai reni, la mancanza totale di sale potrebbe portare ad ipotensione con capogiri, sconsigliata anche alle donne in gravidanza La dieta del Dottor Lemme sta Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*