Nuoro: dodicenne muore in seguito a incidente di caccia, ucciso da carabiniere in pensione COMMENTA  

Nuoro: dodicenne muore in seguito a incidente di caccia, ucciso da carabiniere in pensione COMMENTA  

20121114-102907.jpg

Nuoro – Andrea Cadinu, 12 anni, è morto alle 4 di questa notte. Domenica scorsa era rimasto vittima di un incidente di caccia. Un colpo di fucile lo aveva raggiunto alla testa.

Leggi anche: Ilaria Cucchi pubblica la foto di Natale di Stefano, ‘avrai giustizia’

A premere quel maledetto grilletto é stato Franco Paletta, 64 anni, carabiniere in pensione. L’uomo è indagato per omicidio colposo. Andrea si trovava con il padre e il fratello nascosto dietro alcuni cespugli, per una caccia al cinghiale.

Leggi anche: Forte terremoto nel Mediterraneo: sisma M 4.5 vicino alla costa croata

Paletta deve aver pensato che dietro quel quel cespuglio ci fosse un cinghiale, oppure, il colpo è partito accidentalmente. Saranno le indagini a costruire l’esatta dinamica dell’accaduto.

C’è una sola certezza: un ragazzino è morto per quello che qualcuno, in modo del tutto inappropriato, definisce sport. I bambini dovrebbero stare lontani anni luce dalle armi.

Leggi anche

Cagliari: uccide per frase su facebook
Sardegna

Cagliari: uccide per frase su facebook

Anche una frase scritta su un social come Facebook può scatenare la lite e portare alla morte, come è successo a Cagliari. La storia può sembrare davvero inverosimile, ma è quanto successo a Cagliari tra due uomini, provocando la morte di uno dei due. Alessandro Picci di anni 47 è morto per colpa di un 22enne a causa di una frase scritta su Facebook e che ha scatenato l'ira omicida. I due si conoscevano, sono vicini di casa, e a una frase di Picci relativa a un commento su un post di Aru, quest'ultimo ha deciso di presentarsi sotto casa Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*