Nuova classe E: la Mercedes tutta da scoprire

Auto

Nuova classe E: la Mercedes tutta da scoprire

Ufficialmente si tratta ancora di “prototipi“, ma la nuova linea della prossima Mercedes-Benz Classe E sta piano piano giungendo a definizione, lasciando intravvedere le novità che caratterizzeranno l‘esclusiva berlina ibrida della casa automoblistica tedesca, destinata a debuttare solamente nel 2016.

Si comincia da quanto sembra ormai dato per assodato, ossia la conformazione della nuova scocca in alluminio, davvero molto simile a quella della nuova Classe C, con il frontale caratterizzato da un paraurti decisamente sporgente. Ancora in fase di studio i dettagli delle fiancate, del cofano e del posteriore, dove sono montati i tradizionali gruppi ottici posticci solitamente impiegati nei primi collaudi: anche il montante posteriore, con il suo profilo aerodinamico prossimo alle forme delle Classi C e S, potrebbe non essere quello definitivo.

Tutti da scoprire gli interni, che probabilmente seguiranno la tendenza sportiveggiante, così apprezzata per i nuovi modelli di Mercedes-benz classe C, ma non è da escludere che seguano la tradizionale linea raffinatamente tecnologica delle proposte finora viste in Classe E ed S (guarda qui tutti i modelli ora in commercio), così da venire incontro ai gusti della sua fidelizzata clientela.

Ciò che segnerà una decisiva svolta rispetto all’intera gamma Mercedes saranno però le nuove motorizzazioni, dove, accanto alle varianti tradizionali benzina e diesel ed alle ibride già in uso, farà il suo debutto la nuovissima ibrida plug-in, in grado di viaggiare in modalità zero emissioni per oltre 30km, e le innovazioni elettroniche, che attraverso il nuovo Comand Online permetteranno una piena integrazione del sistema veicolare con i dispositivi mobile e grazie alla guida semi-automa garantiranno ottime prestazioni in termini di sicurezza e comfort al volante.

Appuntamento dunque ai prossimi mesi sul sito della Stella per scoprire tutte le altre novità di questo affascinante prototipo, che promette di rivoluzionare davvero le nostre aspettative di guida.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche