Nuova fonte d' acqua trovata in Namibia - Notizie.it
Nuova fonte d’ acqua trovata in Namibia
Guide

Nuova fonte d’ acqua trovata in Namibia

Tutti sono a conoscenza del fatto che le risorse idriche in Africa sono scarse. Secondo un articolo della BBC, ci sono circa 300 milioni di persone in tutto il paese che non hanno accesso all’acqua potabile.

In Namibia, un paese che è in gran parte costituito da deserto e un altopiano centrale semi-arido, utilizzato principalmente per il bestiame di allevamento, la situazione è particolarmente grave. Nel nord della Namibia, una popolazione di circa 800.000 persone si basa su un canale che porta l’acqua in Namibia dall’Angola.

Tuttavia, una falda acquifera recentemente scoperta in Namibia potrebbe risolvere la situazione potenzialmente per i prossimi quattro secoli, a condizione che l’acqua venga accuratamente estratta. Se è così, si potrebbe agire come un amplificatore naturale contro il riscaldamento globale, fornendo acqua a sufficienza per far fronte ai quindici anni di siccità che questa terra ha sofferto.

In qualità di manager responsabile del progetto, Martin Quinger, dell’Istituto federale tedesco per le Risorse Geo-scientifiche e Naturali, ha sostenuto:

“La quantità d’ acqua immagazzinata sarebbe alla portata di quest’ area nel nord della Namibia per 400 anni, che ha circa il 40 per cento della popolazione della nazione.”

L’acqua è creduta essere rimasta sotto terra per circa 10.000 anni.

Nonostante ciò, si ritiene che l’acqua sia sicura da bere – probabilmente molto più di altre fonti d’acqua colpite da inquinamento ambientale.

Secondo l’ Idaho State University, una falda acquifera è un corpo di roccia porosa, attraverso il quale l’acqua è in grado di fluire. Tipi di roccia ideali includono calcare fratturato e pietra ollare. Essa filtra nei sotterranei attraverso il corpo di roccia finché non viene pompata in superficie tramite un pozzo. L’acqua può rimanere sotterranea per lunghi periodi di tempo, da qui il fatto che la fornitura della Namibia settentrionale potrebbe essere stata lì per migliaia di anni.

La falda acquifera della Namibia si trova a circa 300 metri sotto terra e contiene circa 5 miliardi di metri cubi di acqua.

Nonostante la buona notizia, ci sono ancora le preoccupazioni che l’acqua non durerà se non si prendono precauzioni per estrarla correttamente. Se le modalità tecniche corrette non venissero seguite, l’acqua potrebbe essere infiltrata da una falda di acqua salata che si trova appena sopra di essa.

L’obiettivo del progetto, che è finanziato dalle Nazioni Unite, è quello di educare i namibiani locali circa la fonte d’ acqua e a come sfruttarla correttamente in modo sostenibile.

Fonti massicce di acqua come queste sono fondamentali per il popolo africano.

Fortunatamente, non è l’unico caso nella storia recente. In precedenza nel 2012, la BBC riferì di un enorme serbatoio naturale che era stato scoperto sotto il deserto del Sahara e che poteva aiutare le riserve di Ciad, Libia e Algeria. Anche in questo caso, però, se l’acqua venisse pompata in modo poco sostenibile e accorto, si rischierebbe di esaurirla molto prima di quanto dovrebbe.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*