Nuova svolta nel caso Robosch: l’auto rivela la dinamica dell’omicidio COMMENTA  

Nuova svolta nel caso Robosch: l’auto rivela la dinamica dell’omicidio COMMENTA  

Grazie alle tracce trovate all’interno dell’automobile sono venute a galla nuove preziose informazioni sull’omicidio di Gloria Rosbosh

Lo scorso 13 gennaio è stata uccisa Gloria Rosboch, l’insegnante di Ivrea che era stata convinta con l’inganno a dare 187.000 euro ad un suo ex studente, convinta di passare con lui il resto della vita. Il terribile omicidio ha avuto fin da subito delle dinamiche poco chiare ed è stato difficile arrivare a far luce su quella notte. Ieri la perizia di Ivrea ha confermato la presenza di Gabriele Defilippi, il suo ex alunno, e Roberto Obert, amante dell’alunno, sulla scena del crimine che sembra essere avvenuto in un automobile. Nella Renault Twingo sono state trovate tracce della vittima e degli altri due ragazzi, informazione che fa crollare quindi le possibili accuse a terze persone implicate nel delitto.


Inoltre sembra che  precisamente Obert fosse alla guida e Defilippi invece fosse proprio seduto nel sedile posteriore, facendo intendenere che l’atto sia stato compiuto da quest’ultimo.

In carcere anche la madre di Defilippi, Caterina Abbattista, con l’accusa di aver collaborato alla trappola mortale ed indagata Efisia Rossignoli, che ingannò la donna fingendosi un’impiegata di banca per convincerla a prelevare il denaro per Defilippi.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*