Nuovo contratto provinciale per i lavoratori agricoli cuneesi

Attualità

Nuovo contratto provinciale per i lavoratori agricoli cuneesi

Cuneo – E’ stato siglato il “Contratto degli operai agricoli e florovivaisti” della provincia di Cuneo. Al tavolo dell’intesa le tre principali organizzazioni agricole e le sigle sindacali Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil.


“La firma arriva dopo un serrato e lungo confronto – sottolinea Michele Quaglia, membro di Giunta provinciale Coldiretti con delega alle problematiche del lavoro – il risultato raggiunto rappresenta un punto di equilibrio frutto dell’esigenza della parte datoriale di disporre di strumenti innovativi utili per meglio competere sul mercato in un periodo già molto grave dal punto di vista economico, e dall’altro lato dell’aspettativa della parte sindacale di ottenere un riconoscimento anche economico a favore dei lavoratori. Ogni sforzo in questo momento vale doppio. Stante queste premesse, il nostro auspicio è che il nuovo Governo Letta faccia atti concreti per contenere il costo del lavoro e per la riduzione del cuneo fiscale, per favorire investimenti e occupazione”.

Il contratto prevede due aumenti retributivi, pari al 3% decorrente dal 1° aprile e il 2% decorrente dal 1° novembre.
Agli operai a tempo indeterminato in servizio ad aprile viene riconosciuto inoltre un “una tantum” in servizio ad aprile 2013 nella misura seguente:
• € 50 per gli operai della 3° Area
• € 75 per gli operai della 2° Area
• € 90 per gli operai della 1° Area

“L’accordo introduce – precisa Lauro Pelazza, vice direttore di Coldiretti Cuneo – in via sperimentale per la durata del quadriennio contrattuale, un premio variabile fissato nella misura massima dello 0,3% sul totale mensile tabellare, da riconoscere ai lavoratori in servizio nel mese di dicembre con contratto a tempo indeterminato o a tempo determinato con almeno 180 giornate di effettivo lavoro nell’anno”.


Il premio viene determinato usando come parametri l’andamento dei prezzi dei prodotti agricoli come definiti dai mercuriali della CCIAA e i costi dei prodotti acquistati dagli agricoltori definiti dall’ISTAT; i parametri per il riconoscimento del premio verranno definiti con successivo accordo sindacale entro dicembre 2013.

Dicono Marcello Gatto e Bruno Rivarossa, presidente e direttore di Coldiretti Cuneo: “L’accordo è stato raggiunto dopo una trattativa lunga e difficile. Il mondo agricolo da noi rappresentato, pur consapevole dell’impatto economico della dinamica degli aumenti previsti dal contratto, ha voluto dare un segnale di attenzione nei confronti dei 15mila lavoratori che sono occupati a tempo indeterminato o stagionale nel comparto agricolo, cercando di puntare sulla professionalità dei lavoratori partner in molti processi produttivi delle imprese agricole”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...