Nuovo deferimento per il Bari. In arrivo un altro -1

Calcio

Nuovo deferimento per il Bari. In arrivo un altro -1

Nuovi problemi per il Bari. La società pugliese ha infatti ricevuto il terzo deferimento stagionale da parte della Procura Federale, prodromo di una nuova penalizzazione, la terza dopo i quattro punti che già zavorrano la classifica della squadra di Torrente per il mancato pagamento degli stipendi del primo semestre 2011 (ma nei prossimi giorni verrà discusso il ricorso avverso alla penalità relativa al periodo aprile-giugno). Un deferimento comunque ampiamente previsto dalla società dopo la decisione di rateizzare il debito previdenziale pari a quattro milioni e motivato dalla mancata documentazione “gli organi federali competenti dell’avvenuto pagamento delle ritenute Irpef relative agli emolumenti dovuti ai propri tesserati per le mensilità di aprile, maggio, giugno, ottobre, novembre e dicembre 2011, entro il termine del 14 febbraio scorso”.

Deferiti anche i dirigenti Guido Angelozzi, direttore sportivo, e Francesco Vinella, amministratore unico della società ma qui emerge una contraddizione visto che all’epoca dei fatti contestati Vinella, assunto a gennaio 2012, non era ancora in servizio presso il Bari mentre quanto ad Angelozzi l’ex ds del Lecce non si mai occupato di vicende contabili.

Quasi certa quindi un’ulteriore penalizzazione che però dovrebbe essere di un solo punto visto che pur riguardando tre trimestralità, l’inadempienza dovrebbe essere considerata unica. Ma la scure della Procura si è abbattuta anche su altre sei squadre, tra le quali un’altra di Serie B: si tratta del Crotone colpevole di non aver consegnato agli organi federali la documentazione sui pagamenti di stipendi e contributi relativi al trimestre ottobre-dicembre 2011. Anche per i pitagorici, già penalizzati di un punto, è in arrivo un altro handicap che rischia però di avere conseguenze più gravi sulla deficitaria classifica dei rossoblù rispetto a quella più tranquilla dei pugliesi. In Lega Pro deferite Spal, Foggia e Pergocrema (Prima Divisione), Alessandria ed Ebolitana (Seconda).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche