Obama scende in campo per diritti gay COMMENTA  

Obama scende in campo per diritti gay COMMENTA  

Il Presidente degli Usa Barack Obama ha chiesto alla Corte Suprema l’abrogazione di una legge, risalente al 1990, che definisce il matrimonio come “unione tra uomo e donna”.

Il principio contenuto in questa norma è ormai obsoleto, inoltre viola la garanzia che la legge sia uguale per tutti, a prescindere dalle inclinazioni sessuali. Nella pratica, la legge federale votata nel 1990 impedisce alle coppie gay, sposate nei loro rispettivi Stati, di godere dei vantaggi attribuiti alle coppie eterosessuali dalle norme federali.

Obama, al suo secondo mandato, scende nuovamente  in campo per i diritti degli omosessuali, questa volta per eliminare il divieto di nozze tra gay.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*