Occhiali 3D: le migliori offerte disponibili sul mercato
Occhiali 3D: le migliori offerte sul mercato
Gadget Tecnologici

Occhiali 3D: le migliori offerte sul mercato

Occhiali 3D

I visori 3D sono ormai entrati nel mercato attuale, e le varie aziende del settore sono impegnate nella progettazione continua di nuovi modelli all'avanguardia, dotati di nuove tecnologie e funzionalità. Andiamo a vedere le migliori offerte sul mercato, elencando i modelli in questione ed i loro prezzi di vendita.

Gli occhiali 3D sono una nuova tecnologia per la realtà virtuale, amati da tutti coloro che amano vivere completamente un film, utilizzati sia al cinema o davanti al grande schermo della propria abitazione. Grazie alle nuove tecnologie adottate, gli occhiali 3D sono progettati per offrire la tipica sensazione di ritrovarsi all’interno della scena di un film oppure dentro il mondo dei videogiochi.

Esistono diversi tipi di occhiali 3D: il primo modello di occhiali si basa su un principio ciclico che proietta le immagini ai due occhi alternativamente. Andiamo a vedere nel dettaglio le due tecnologie di occhiali passivi e attivi assieme a le loro caratteristiche tecniche, funzionalità e tutte le altre novità attese.

Occhiali 3d

Esistono due tipi, ovvero quelli denominati attivi e passivi. Gli occhiali attivi contengono al loro interno un circuito che gli consente attivamente di ricreare l’immagine 3D in entrambi gli occhi. Quindi per il corretto funzionamento e la proiezione delle immagini 3D, vengono alimentati da un apposito alimentatore, e successivamente sincronizzati con la propria TV.

La differenza più importante tra occhiali 3D attivi e passivi è legata al tipi di televisore. Quindi è necessario controllare per bene le specifiche e funzionalità del tipo di televisore durante la fase di acquisto.

Passando agli occhiali 3D passivi invece, sono disponibili alla vendita con un prezzo decisamente basso e sono caratterizzati da una frequenza di aggiornamento inalterata. Non necessitano di alimentazione propria, sono molto progettati con un peso minore rispetto al primo modello, e possono essere utilizzati con qualsiasi TV che utilizzi un sistema passivo. Altro punto a favore degli occhiali 3D passivi è proprio la luminosità: essa sarebbe di gran lunga superiore rispetto agli attivi, ma utilizzandoli nelle TV Full HD si godrà di immagini meno dettagliate rispetto alla visione classica in 2D. Inoltre le grandi multinazionali dell’elettronica stanno studiando uno specifico sistema per rendere possibile la realizzazione di contenuti 3D senza occhiali.

Caratteristiche tecniche

Molto probabilmente in futuro, la proiezione 3D sarà la nuova tecnologia adottata da tutte le sale cinematografiche, in grado di offrire delle proiezioni di elevata qualità.

Durante la fase di acquisto è importante conoscere tutte le varie caratteristiche tecniche e funzionalità al riguardo degli occhiali 3D, per non incorrere a spiacevoli incompatibilità, controllando anche il prezzo di vendita. Ovviamente i modelli di occhiali 3D low-cost, non possono essere paragonati ai modelli top di gamma, che sicuramente sono realizzati con materiali e specifiche di alto livello.

La prima caratteristica da tenere in considerazione è appunto la qualità visiva, in quanto deve essere ottima, controllando sempre la loro scheda tecnica con tutte le caratteristiche e funzionalità e l’aspetto esteriore. Gli occhiali 3D passivi risultano essere dotati di una funzionalità davvero fondamentale, ovvero il prezzo di vendita, che risulta decisamente interessante rispetto ai costosi modelli attivi, e possono essere sincronizzati con la TV di casa. Altro punto a favore è il design, che si presentano con un peso ridotto rispetto ai tradizionali modelli, e possono essere utilizzati per diverse ore e non causano disturbi agli occhi.

Durante alcuni test effettuati con questa tipologia di occhiali 3D passivi, si sono verificati dei difetti di sfocamento e di sfarfallio, con un tempo di refresh dell’immagine ben diverso rispetto ai modelli attivi, analizzando in primis il proprio televisore, il budget a disposizione ed il tipo di utilizzo che si vuole fare degli occhiali 3D.

Migliori occhiali 3d

La Realtà Virtuale è entrata definitivamente nel mercato attuale, proponendo diversi Visori VR, a partire dai modelli economici fino ad arrivare a quelli un po più costosi.

La categoria dei Cardboard (il famoso visore in cartone di casa Google), prevede l’inserimento del proprio smartphone all’interno di un sistema ottico, in modo tale da sfruttare una visione in side by side del display assieme ai sensori giroscopici dello smartphone per creare l’ambiente virtuale. Sono compatibili gli smartphone aventi come sistema operativo Android e iOS, ed offrono all’interno del loro Play Store una vasta gamma di applicazioni utili per sfruttare al meglio le possibilità in ambiente VR.

Da evidenziare che Google Cardboard è stato predisposto per la fruizione di contenuti prevalentemente passivi: quindi saranno a disposizione tutti quei contenuti godibili senza un’interazione diretta. I più utilizzati sono sicuramente i contenuti video da Youtube a 360° e altre app progettate per offrire contenuti in Realtà Virtuale, come fantastici giochi di simulazione.

Oculus Rift e HTC Vive

Passando ai modelli top di gamma, troviamo i due visori Oculus Rift e HTC Vive.

Il primo modello vanta di una piattaforma indipendente con store proprietari, che al momento conta circa 50 titoli esclusivi. HTC Vive invece, garantisce un supporto simile a quello di Valve per quanto riguarda la piattaforma Steam VR, e sono disponibili diversi titoli davvero molto interessanti. Entrambi sono dotati di sensori e pulsanti, i due Steam VR Controller di HTC Vive che possono trasformarsi in oggetti virtuali di ogni genere. Grazie anche alla collaborazione con Valve è infatti possibile ricevere telefonate, visualizzare i messaggi e rispondere, controllare l’agenda ed eseguire varie funzionalità importanti, senza togliersi il visore 3D.

Modelli inferiori a 20 euro

Google Cardboard kit V2.0

Ecco il nuovo visore Google Cardboard con controllo magnetico, compatibile con gli smartphone Android, iOS e Google. Il kit comprende le istruzioni dettagliate per un corretto assemblaggio grazie alla presenza delle schede numerate.

Virtoba X5

Il visore X5 realizzato dall’azienda Virtoba è disponibile alla vendita su Amazon, nella versione classica contenente il singolo visore, oppure la versione “Premium”, che include anche il controller Remoto.

Il visore è compatibile con smartphone aventi come sistema operativo iOS e Android con display da 4 a 6 pollici di diagonale. Ottime le prestazioni durante il suo utilizzo, grazie all’angolo di Visione (FOV) Ultra-Wide di 120°, e delle lenti da 42 mm, mentre dal lato audio troviamo altoparlanti Stereo con bassi ottimizzati. Se acquistate la versione Premium, è presente un comodissimo telecomando che si connette tramite Bluetooth. La confezione di vendita comprende un visore Virtoba X5, manuale di istruzioni, 1x panno morbido per la pulizia delle lenti senza graffiarle e il telecomando se acquistate la versione con telecomando, disponibile alla vendita ad un prezzo maggiore.

Modelli tra 20 e 50 euro

Xiaomi Mi Box VR

Non solo Samsung, Google o HTC. Anche il colosso cinese Xiaomi ha realizzato un nuovo visore dal nome ufficiale di Mi Box VR, caratterizzato da un design e materiali di alto livello costruttivo. Al suo interno troviamo due lenti non regolabili, che offrono una visione panoramica abbastanza immersiva, mentre la parte superiore presenta l’interruttore magnetico per l’interazione con le app VR.

Il visore è compatibile con smartphone aventi un displa da 4,7 fino a 5,7 pollici di diagonale, ed offre due aperture frontali per l’ingresso delle cuffie e per la fotocamera.

HOMIDO VR

Il modello in questione vanta, rispetto ai precedenti, un’ottica decisamente di livello superiore, offrendo una resa visiva migliore anche con smartphone di fascia media. Il prodotto è facilmente regolabile sia per la messa a fuoco sia per l’angolo di visuale, tuttavia anche in questo caso non è presente il magnete per le azioni rapide.

Dall’altra parte, l’alloggiamento semi aperto frontale permette l’installazione di smartphone fino a 6 pollici di diagonale e garantisce l’inserimento immediato di cuffie per una maggiore immersione nella Realtà Virtuale. Dato il sistema di chiusura, tuttavia, se ne consiglia l’utilizzo in un ambiente piuttosto buio per non rischiare di rovinare l’esperienza con l’ingresso di luce esterna.

AUKEY Occhiali 3D

Il visore VR realizzato dal colosso cinese AUKEY è progetatto con un sistema a molle per mantenere ben saldo il proprio smartphone durante il suo utilizzo. Per usufruire della fotocamera, è possibile rimuovere la mascherina frontale. Inoltre l’ottica è stata del tutto migliorata, grazie alla presenza di un regolatore per la messa a fuoco sul lato superiore ed un altro per impostare la distanza dell’obbiettivo, in modo da aumentare o diminuire l’angolo di visuale.

Samsung Gear VR

Il visore Gear VR di casa Samsung integra lenti da 42 mm, con campo visivo da 101°, con delle migliorie per quanto riguarda la correzione della distorsione avanzata per minimizzare il motion sickness. Inoltre troviamo un apposito controller dedicato con sensori, touchpad, pulsante a grilletto, tasti home, indietro e per il volume, ed è compatibile con gli smartphone Samsung Galaxy S8, S8+, S7, S7 edge, Note5, S6 edge+, S6 ed S6 edge.

Il visore si presenta con le dimensioni effettive di 207,8 x 122,5 x 98,6 mm ed un peso complessivo di 345 grammi, ed include i vari sensori quali accelerometro, giroscopio, prossimità. Passando al Controller invece, include i sensori accelerometro, giroscopio, magnetico, e si presenta con le dimensioni effettive di 108,1 x 48,1 x 38,2 mm ed un peso pari a 64.3 grammi, il tutto alimentato d 1x batteria di tipo AAA, con un’autonomia stimata di circa 40 giorni. Per il corretto funzionamento del visore è necessario avere uno smartphone compatibile, controllando anche la risoluzione dello schermo, il tutto per offrire un’esperienza di Realtà Virtuale ottimale.

Modelli superiori a 100 euro

Oculus Rift

Altro potente visore per la Realtà Virtuale classificato nella fascia alta di mercato, compatibile con i computer che rispettino i seguenti requisiti minimi consigliati: Scheda video NVIDIA GTX 960, CPU Intel i3-600 / AMD FX4350, Memoria RAM da 8GB, Uscita video compatibile con porta HDMI 1.3 e connettività offerta da 1x porta USB 3.0 e 2x porte USB 2.0. Per quanto riguarda il sistema operativo invece, troviamo Windows 8 o versioni successive. I requisiti consigliati sono stati ufficializzati dal CEO di Oculus Brendan Iribe.

HTC Vive

Visore 3D realizzato con ottime tecnologie all’avanguardia; include un sistema di tracciamento che consente di muoversi nello spazio e interagire con gli ambienti virtuali. Il colosso HTC punta ad offrire un’esperienza di realtà virtuale di livello superiore rispetto a tutti i principali rivali, con hardware di alto livello rispetto alla norma. Inoltre le due aziende HTC e Valve hanno promosso Vive come la piattaforma VR capace di garantire la migliore esperienza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche