Occhio sui debiti COMMENTA  

Occhio sui debiti COMMENTA  

nullAbbandonare le strategie di lungo termine, a favore di un posizionamento tattico, di breve protezione contro i movimenti ribassisti, in attesa che la nebbia si diradi.

Il 2012 non sarà ancora l’anno del riscatto per gli investitori.
I mercati continueranno a essere condizionati da tre fattori. Primo, l’andamento degli indicatori macroeconomici, molti dei quali lasciano presagire un ulteriore rallentamento della crescita quasi ovunque.

Secondo, il pulsante dell’appetito per il rischio.
Terzo, la fortissima correlazione tra azionisti dei Paesi sviluppati e mercati emergenti.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*